Catania-Siena 0-3: Gavettone BIANCONERO all'Elefante incantato!

Catania “distratto”, il Siena ne approfitta.
Tre siluri bianconeri affondano il Catania. Gli etnei, reduci dalla grande prova di Palermo di sette giorni fa, si fanno sorprendere in casa da un Siena ordinato e cinico quanto basta che conquista tre punti importanti per la salvezza grazie alla reti messe a segno da Maccarone, nel primo tempo, e da Ghezzal e Jarolim, nella ripresa.

In campo – Mister Zenga deve fare a meno del bomber giapponese Morimoto, infortunatosi domenica scorsa nel derby di Palermo; in avanti il duo Paolucci – Mascara. Centrocampo a quattro con Carboni, Baiocco, Biagianti e Ledesma. Il Siena si presenta al Massimino con Calaiò preferito a Ghezzal in attacco, il reparto offensivo è completato da Maccarone e Kharja.

Si gioca – Bianconeri subito intraprendenti. Al minuto numero 8 prima occasione per il Siena, il destro di Vergassola dal limite è deviato in corner da Bizzarri che si distende in tuffo. Al 10’ vantaggio degli ospiti: la difesa etnea lascia spazio a Maccarone che si incunea centralmente e lascia partire un bolide dalla distanza che si insacca alle spalle di Bizzarri. Al 20’ disattenzione difensiva degli etnei, la sfera giunge a Calaiò che di prima intenzione batte a rete: la conclusione è di poco a lato. Al 40’ altra occasione per i bianconeri, su azione in mischia in area etnea è Galloppa a colpire la traversa con un potente tiro di sinistro, Calaiò cerca di ribadire in rete ma il suo destro è fuori bersaglio. Al 44’ è ancora Galloppa che ci prova dalla distanza, Bizzarri neutralizza la conclusione.

Nella ripresa i padroni di casa cercano di reagire per agguantare il pareggio. Al 49’ il Catania reclama per un tocco di mani in area di Vergassola su cross di Baiocco. Al 52’ Curci controlla il calcio di punizione di Mascara. Sessanta secondi più tardi brivido per Bizzarri, il tocco di Calaiò sfiora il palo. Al 57’ rossazzurri vicini al pareggio, è Curci che devia sulla traversa il colpo di testa di Mascara. Il numero sette etneo ci riprova due minuti più tardi, il suo pallonetto finisce di poco a lato. Al 61’ in azione di contropiede Calaiò scavalca Bizzarri in uscita con un tocco morbido, sulla linea salva Stovini. Al 69’ arriva il raddoppio ospite, è il nuovo entrato Ghezzal che controlla il pallone e di destro batte Bizzarri. A 30 secondi dalla fine tris dei toscani con Jarolim che tutto da solo davanti a Bizzarri piazza il pallone sotto la traversa.

La chiave – Catania con poche idee che non riesce a costruire trame di gioco insidiose per un Siena che, ben messo in campo da mister Giampaolo, colpisce “mortalmente” al momento giusto, conquistando l’intera posta in palio.

La chicca – Di pregevole fattura le prime due marcature bianconere. Maccarone sigla il vantaggio con un bolide da fuori area molto angolato, su cui Bizzarri non può fare nulla. Ghezzal firma il raddoppio, poco dopo il suo ingresso in campo nella ripresa, con un preciso destro dal limite.

Top & Flop – Privo di “fosforo” il centrocampo etneo, alcuni sprazzi di luce solo grazie a Ledesma e Biagianti. Da rivedere i meccanismi difensivi, in occasione delle tre marcature toscane la retroguardia etnea non è apparsa impeccabile. In casa Siena funziona alla perfezione il reparto offensivo, un plauso generale va tributato ai bianconeri per la prova offerta.

Antonio Longo

IL TABELLINO

CATANIA-SIENA  0-3

Reti: 10’ Maccarone, 69’ Ghezzal, 90’ Jarolim

CATANIA (4-4-2): Bizzarri 6, Potenza 5,5, Stovini 5,5, Silvestre 5,5, Capuano 5,5, Carboni sv (28’ Martinez 5), Baiocco 5,5 (72’ Spinesi sv), Biagianti 6, Ledesma 6 (72’ Tedesco sv), Mascara 6,5, Paolucci 5. A disposizione: Kosicky, Llama, Izco, Silvestri. All. Zenga 5,5.

SIENA (4-3-1-2): Curci 6,5, Zuniga 6, Brandao 6, Portanova 6, Del Grosso 6, Galloppa 6,5, Coppola 6 (53’ Jarolim 6,5), Vergassola 6,5, Calaiò 6 (62’ Ghezzal 7), Kharja 6, Maccarone 7 (87’ Ficagna sv). A disposizione: Eleftheropoulos, Amoruso, Rossi, Belmonte. All. Giampaolo 7.

Arbitro: Peruzzo 6

Ammoniti: Coppola, Galloppa, Calaiò (S)