thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Antonio Conte è entrato nel mirino delle big europee, in particolare di Chelsea e Real Madrid, ma non ha alcuna intenzione di abbandonare la Vecchia Signora.

Antonio Conte, leader indiscusso dell’attuale periodo della Juventus, nonché idolo dei tifosi bianconeri, anche nella prossima stagione continuerà a lavorare con la società zebrata. Le ultime indiscrezioni raccolte da Goal.com Italia raccontano di un allenatore estremamente soddisfatto del proprio percorso professionale, felice di poter allenare la squadra per cui ha dato tanto da calciatore e, soprattutto, per cui ha sempre professato vera e propria passione.

Nonostante le sirene inglesi (Chelsea) e spagnole (Real Madrid), quindi, non pare intenzionato a salutare anzitempo il progetto piemontese. Appunto, il progetto. Il tecnico pugliese ha bruciato le tappe, in un solo anno sportivo è riuscito a regalare e a regalarsi uno scudetto tanto meritato quanto inaspettato, trovando perlopiù il successo, sostantivo a lui tanto caro, anche a Pechino nella Supercoppa Italiana contro il Napoli di Walter Mazzarri.

Elementi che hanno aumentato la sua grande fame professionale, da sempre ai massimi livelli, e che hanno prefissato alla Vecchia Signora nuovi obiettivi: 1) tentare di riconfermarsi nel Belpaese, 2) dire la propria in Champions League.

E anche nell'Europa che conta il mago di Lecce - finora - ha ottenuto grandi risultati, vedi il passaggio nel girone come capolista, vedi il gradevole e propositivo calcio proposto, ormai prossimo a sbarcare nei quarti di finale dell’intrigante manifestazione europea. Inevitabilmente, però, quando riesci a importi con tanto di risultati, desti l’attenzione delle bisognose di lusso. Sì, proprio così.

I Blues d’Inghilterra ormai non vedono l’ora di congedare la posizione di un Rafa Benitez mai amato dallo Stamford Bridge, mentre i madridisti sono entrati ormai nell’ottica dell’era post mourinhiana, sostituire il portoghese è tutto fuorché semplice, in particolar modo sotto il profilo caratteriale, e quindi per forza di cose il profilo contiano in terra spagnola viene apprezzato enormemente.

Ma quanto c’è di vero in quest’ultimo rumors di mercato? Al di là di un timido sondaggio effettuato lo scorso mese da un noto agente Fifa per conto di Florentino Perez, pare che non ci sia stato alcun tipo di sviluppo. Insomma, le classiche timide esplorazioni.

La Vecchia Signora per quanto concerne questo tema dorme sonni tranquilli, opera in funzione di incrementare il tasso qualitativo della rosa a disposizione del proprio condottiero e per il futuro non si pone il minimo dubbio.

Conte ha fatto tanto per ritornare nel capoluogo piemontese in veste di tecnico, ha ridato una dignità calcistica alla piazza più blasonata d’Italia e non saluterà la Mole Antonelliana prima di aver accarezzato il sogno del trionfo fuori dai confini italiani.

Legato da un contratto fino al 30 giugno del 2015, lo scorso 24 maggio, data in cui è stato ufficializzato il rinnovo del rapporto lavorativo con Madama, Conte ha pubblicamente dichiarato: “Ringrazio il presidente, il club e la famiglia Agnelli perché hanno creduto in  me e certamente è un grande attestato di stima. Abbiamo lavorato bene, abbiamo costruito delle basi importanti sulle quali lavorare”.

E  la progettualità in Corso Galileo Ferraris verrà alimentata da una prima e grande certezza: la permanenza dell’allenatore leccese sulla panchina della Juventus. Chelsea e Real Madrid possono aspettare.

Sullo stesso argomento