Di Natale crede nell'impresa dell'Italia contro la Spagna e rivela: "Punto ai Mondiali del 2014"

L'attaccante dell'Udinese ha anche commentato il rientro anticipato di Mario Balotelli per infortunio: "Quella di Mario è un'assenza importante, ma ho fiducia in Gilardino".
Totò Di Natale è stato l'autore del goal che ad Euro 2012, valse il pareggio per 1-1 dell'Italia contro la Spagna nella gara di esordio della fase a gironi.

Il numero dieci dell'Udinese, raggiunto dai microfoni de 'Il Messaggero Veneto', si è detto ottimista sulle possibilità degli azzurri di Prandelli di accedere alla finalissima della Confederations Cup battendo i campioni del Mondo e d'Europa in carica, e ha rivelato di non considerare chiusa la sua esperienza in maglia azzurra.

"Quella di Balotelli è un'assenza pesante, - ha sottolineato - Mario è diventato importante a tutti i livelli. Ma ho fiducia in Gilardino, che sa interpretare al meglio quel ruolo. In ogni caso, nonostante gli infortuni che hanno costretto il ct a cambiare spesso modulo e formazione, ho visto un'Italia viva".

Una maglia, quella della Nazionale, che Di Natale spera di riconquistare per i prossimi Mondiali. "Per quanto mi riguarda - ha concluso il capitano dell'Udinese - il mio obiettivo è quello di conquistare la chiamata di Prandelli per i prossimi Mondiali del 2014".