Ajax miglior vivaio d'Europa, solo due italiane nella Top 100

Uno studio del CIES mette in fila i settori giovanili da cui provengono i professionisti di 31 campionati europei. Solo Inter e Atalanta compaiono nella Top 100.

Ajax migliore vivaio d'Europa, italiane ancora molto, molto indietro. E' quanto emerge dallo studio pubblicato dal CIES (Centro internazionale di studi sportivi) di Neuchatel, che ha messo in fila i club di 31 campionati nazionali europei attraverso una speciale classifica: il numero di giocatori formati nel vivaio e in forza nei massimi campionati europei.

Detto che con "giocatori formati nel vivaio" il CIES intende quei giocatori che hanno trascorso in una squadra almeno tre stagioni tra i 15 e i 21 anni di età, la classifica vede primeggiare senza grandi sorprese l'Ajax, che conferma con i fatti la bontà del lavoro svolto al "De toekomst": sono ben 77 i giocatori scuola ajacide in giro per l'Europa. Il podio è completato dal Partizan Belgrado con 74, mentre il bronzo appartiene al Barcellona, sebbene ben staccato con 57.

Dei grandi club europei, solo il Real Madrid - oltre al Barça - compare nella top 10, settimo con 47 giocatori. Molto più staccati il Manchester United (18° con 39),  il Bayern Monaco (32° con 52), il Manchester City (73° con 23), addirittura assenti il Chelsea, il Borussia Dortmund, la Juventus e il Milan.

Le uniche due squadre italiane presenti tra le prime 100 sono infatti l'Inter, 77^ con 23 giocatori formati, e l'Atalanta, 89^ con 22.  Il Paese più formatore è l'Olanda, che mette ben 8 squadre nella top 100 e 6 tra le prime 40, mentre la vera sorpresa sono le quattro finlandesi in classifica, tra le quali l'HJK fresco avversario del Torino in Europa League, al 20° posto. Insomma, per il calcio italiano c'è ancora molto da lavorare, ma questo lo si sapeva già.

Get Adobe Flash player