Real, ancora Cristiano Ronaldo: il goal, la Champions e due nuovi record

Il talento portoghese del Real Madrid Cristiano Ronaldo ha messo a segno il diciassettesimo goal della stagione in Champions League durante la finale.
Il Real Madrid ha vinto la sua decima Champions League battendo per 4-1 l'Atletico Madrid di Simeone. Sul match vinto dalle merengues di Ancelotti ai supplementari è riuscito a mettere la sua firma anche il portoghese Cristiano Ronaldo, che si è procurato ed ha successivamente trasformato il rigore del 4-1.

Dopo essere stato in dubbio per tutta la settimana e non aver giocato, soprattutto a causa delle sue condizioni fisiche, una buona partita, il lusitano ha comunque iscritto il suo nome sul taccuino dei marcatori. Si tratta della diciassettesima segnatura in questa edizione della Champions, che lo iscrive di diritto nella storia della competizione, visto che mai nessuno aveva segnato così tanto (ha anche messo a segno il maggior numero di assist, 11).

Come se non bastasse Ronaldo è diventato, dopo aver messo a segno una rete anche nella finale di Champions vinta dal suo Manchester United contro il Chelsea, il secondo giocatore nella storia del calcio a segnare in finale con due maglie diverse addosso. Il primo in tal senso è stato il difensore jugoslavo Velibor Vasovic, andato a segno nel 1966 durante Partizan Belgrado-Real Madrid e nel 1969 durante Ajax-Milan con le maglie della compagine jugoslava e di quella olandese.