Sorteggi Champions: se esce Atletico-Chelsea niente semifinale per Courtois

Il belga di proprietà del Chelsea ma in prestito all'Atletico Madrid, non potrà giocare contro i Blues a meno che i Colchoneros no pagheranno una penale di 3mln a incontro.
Ieri l'immensa gioia per aver eliminato il Barcellona, oggi invece, nel giorno della vigilia dei sorteggi per le semifinali di Champions League, in casa Atletico Madrid, si vivono ore di attesa spasmodica. Meglio il Bayern Monaco di Guardiola, il derby contro il Real Madrid o il Chelsea di Mourinho?

Per il 21 enne (ne farà 22 a maggio) portiere belga Thibaut Coutois, in prestito proprio dal Chelsea, sarebbe meglio evitare lo scontro coi Blues. Ma non solo per non incappare nella sfida contro i proprietari del proprio cartellino ma soprattutto perchè se ciò accadesse, quasi certamente, Diego Pablo Simeone, non potrebbe schierarlo in campo nè all'andata nè al ritorno.

Come riporta 'As', tutto sarebbe da imputare a un cavillo contrattuale imposto dagli inglese nel 2011, ai tempi del prestito del belga al club spagnolo: una sanzione di ben 3 milioni a partita nel caso di scontro diretto fra i club, con Courtois puntualmente in campo.

"E' un costo che non possiamo permetterci" ha dichiarato il presidente dell'Atletico Enrique Cerezo a 'Onda Cero'. Insomma, se domani (o ancora più assurdo in finale) madrileni e londinesi dovessero incrociare le lame, Courtois (99 presenze finora con la maglia dei colchoneros) guarderebbe il match dalla tribuna, per la felicità di Daniel Aranzubia, che a 34 anni e alla sua prima stagione da numero 12 della rosa di Simeone, finirebbe per diventare forzato protagonista della sfida.