Lione-Bayern Monaco 0-3: Francesi TRAVOLTI, la Champions ha la sua prima FINALISTA!

Olic autore di una tripletta!
Davide batte Golia. Non c'è stata partita a Lione, tra Bayern e OL, che soccombe contro lo strapotere, specialmente mentale, della squadra di Van Gaal. Spiace, da sportivi disinteressati, assistere al dramma del popolo lionese. In 39.000 per un sogno, sfumato ancor prima di cominciare. Ora Van Gaal, attenderà da spettatore, di sapere chi si troverà davanti Sabato 22 Maggio, a Madrid; sarà il Barcellona o l'Inter di Mourinho?. Busacca non perfetto, lo aiuta comunque, una gara abbastanza tranquilla.
 
In campo - Puel si affida al solito 4-2-3-1, recuperando Boumsong, Makoun e Lisandro, in dubbio fino a ieri. Pjianic ancora in panchina. Van Gaal invece ha più problemi, opta per un prudente 4-4-2, e in difesa recupera Van Buyten; In difesa l'italo tedesco Contento gioca a sinistra, Badstuber viene dirottato al centro. Lahm gioca a centrocampo, Olic preferito a Klose e Gomez. Altintop in luogo di Ribery, squalificato. Arbitra lo svizzero Massimo Busacca.
 
Si gioca - Nonostante la grande intensità nei primi minuti di gara da parte dei padroni di casa, il Bayern rischia di chiudere il discorso qualificazione dopo neanche 2 minuti: errore gravissimo di Cris che permette a Olic di servire Muller davanti a Lloris, che clamorosamente sbaglia. La partita si caratterizza di contropiedi e ingenuità avversarie. Il Bayern ha altre due occasioni, una con Muller, e un'altra potenziale con Altintop, che ignora Olic e sbaglia il filtrante. Lione voglioso ma confusionario, Cissokho duella e spesso soccombe contro Lahm e Robben, al centro Gonalons e Makoun sono troppo imprecisi, come Cris più dietro. Il Bayern dal canto suo contiene, ma spreca troppo. Al 23' però il Bayern affonda: uno-due tra Robben e Muller, che da sinistra, sul lato corto dell'area, mette in mezzo per Olic, che con una finta si libera di Cissokho, e trafigge Lloris. Doccia fredda per la gremitissima Gerland. E anche per il Lione, che subisce il colpo. Tuttavia alla mezz'ora, Bastos davanti a Butt, prende male la palla e manda a lato clamorosamente. Per il Lione sembra proprio una serata da incubo. L'ultimo quarto d'ora, nonostante un Lione un po' più arrembante, scorre liscio senza particolari situazioni. Francesi francamente inadeguati e impauriti in questa prima frazione, tedeschi in scioltezza e con grande tranquillità.
 
Nel secondo tempo Puel Rientra affiancando Gomis a Lisandro, tenendo in campo sia Govou, sia Bastos che Delgado, nella mera speranza di riacciuffare almeno il pareggio. In effetti è proprio il "coloured" Lionese ad avere la prima occasione, dove comunque regala gentilmente il pallone ai tifosi del Bayern, in curva. La risposta del Bayern, che sfrutta le praterie lasciate dal "tutti all'arrembaggio" del Lione, è affidata a Scwheinsteiger e Robben, che però non sorprendono Lloris. L'impressione è che il Lione oramai, dopo un quarto d'ora, abbia mollato psicologicamente, prove del fatto sono i continui errori. Busacca non ha pietà, e decreta la fine di ogni speranza per il Lione, quando espelle Cris per doppia ammonizione (c'è da dire che, aldilà del fallo che non c'era, il brasiliano, se la va a cercare applaudendo). E al 67' Ivica Olic scrive la parola fine sulla semifinale, sfruttando un ottimo assist di Altintop. I bavaresi, non paghi, continuano a giocare al tiro al bersaglio con Lloris, che fa quel che può. La partita comincia ad assumere un contorno farsesco, assomigliando sempre più a una sgambata per il Bayern. Olic al 77' timbra il terzo cartellino, di testa, prendendo in controtempo un povero Lloris. Van Gaal preserva Ribery, prelevandolo e mettendo Klose. Se si potesse, si potrebbe già fischiare la fine a 10' dalla fine. Partita senza storia, che si chiude fra l'orgoglio dei tifosi del Lione e la melina del Bayern. Per i tedeschi ottava finale nella storia.
 
La chiave - Banale da dire, ma l'esperienza oggi ha fatto da padrona. Troppo abituati i tedeschi a fatiche e pressioni di questo genere; Il Lione resti orgoglioso di avere centrato questa semifinale e si rinforzi per gli anni a venire, poichè la squadra, tuttavia, è molto talentuosa.
 
La chicca - Beh, la Gerland di stasera è veramente una cornicie straordinaria. Applausi anche sullo 0-3, d'altronde più di così, questo Lione, non poteva fare. Grande dimostrazione di attaccamento alla squadra, alla maglia. veramente complimenti. Chapeau
 
Top&Flop -
Nel Lione se ne salvano solo 2; Lloris, e Govou. Il resto non c'è dal primo al novantesimo. Catastrofico Cris, il capitano, malissimo Cissokho, Gonalons, Makoun, Delgado e Lisandro, anche se l'argentino ha pochi palloni giocabili. Ancora male Gomis. Bayern perfetto, in una serata in cui Robben - 10° nel Castrol Rankings - non brilla. Olic uomo del match, 3 gol e tanto lavoro. Grande prestazione del centrocampo, specialmente Altintop, che sostituisce alla grande Ribery. Benissimo Scwheinsteiger, Van Bommel e Lahm, bene anche Muller.
 
Michael Crisci

IL TABELLINO
 
LIONE-BAYERN MONACO 0-3
 
MARCATORI: 23', 67', 77' Olic (B)
 
Lione (4-2-3-1): Lloris 6.5, Reveillere 5, Cris 4.5, Boumsong 5, Cissokho 4.5 (45' Gomis 5), Gonalons 5, Makoun 5, Govou 5, Delgado 5 (68' Pjianic s.v), Bastos 5, Lopez 5.5 (79' Ederson s.v). A disp: Vercoutre, Kallstrom, Anderson, Gassama. All. Puel 5
 
Bayern Monaco (4-4-2): Butt s.v, Contento 6, Badstuber 6, Van Buyten 6 (45' De Michelis 6), Lahm 6.5, Hamit Altintop 7, Van Bommel 7 , Schweinsteiger 7.5 (77' Alaba s.v), Robben  6 (76' Klose 6), Olic 8, Muller 6.5. A disp:  Rensing, Goerlitz, Gomez. All. Van Gaal 6.5
 
ARBITRO: Busacca 5.5
 
AMMONITI: Gonalons (L), H.Altintop (B)
 
ESPULSI: Cris (L)