Rubin Kazan-Inter 1-1: Stankovic evita la disfatta, ma che brutti i nerazzurri! Rosso per Balotelli

Un goal del serbo ha salvato l'Inter da una sconfitta che sarebbe stata meritata.
Un Inter così brutta non si vedeva da un bel po'. I nerazzurri, sul difficile campo del Rubin Kazan, riescono a portare a casa un punto che, stando a quanto dimostrato in campo, è un buon risultato. Bene il Rubin, quadrato, ben messo in campo e in ottima condizione atletica.

In campo - Milito e Muntari gettano la spugna e Mourinho deve fare a meno dei due e affidarsi a Mancini per completare il tridente con Balotelli ed Eto'o. Il Rubin Kazan si affida alla sua stella, Dominguez, mandato in campo alle spalle di Bukharov.

Si gioca - L'Inter parte subito in sofferenza: Mancini e Balotelli non trovano una collocazione in campo, Eto'o è isolato e il centrocampo sembra spaesato. Il risultato? Dopo 11' di gioco i russi passano in vantaggio: Dominguez supera Lucio, elude il recupero di Samuel e scaraventa il pallone alle spalle di Julio Cesar. 1-0, Inter rintontita e stadio in delirio! Il goal non scuote i ragazzi di Mourinho che al 20' rischiano di capitolare ancora: Dominguez stavolta inventa, ma Cesar Navas si divora la palla del raddoppio. Balotelli si fa notare soltanto per un inutile fallo che gli costa l'ammonizione, mentre il primo lampo di Eto'o, al 20', costringe il portiere a rifugiarsi in corner. Al 25' Maicon, il più positivo in fase offensiva per l'Inter, mette in mezzo uno splendido cross per Stankovic che, dimenticato dalla difesa russa, batte Ryzhikov di testa per l'1-1. L'Inter sfrutta il momento e prova a portarsi subito in vantaggio con Balotelli, ma il tentativo del numero 45 si infrange sulla traversa. I capovolgimenti di fronte continuano: i russi sono ottimi in fase di fraseggio, ma un po' inconcludenti in avanti, mentre i nerazzurri rallentano i ritmi, palesemente in difficoltà per via della prova abulica di Mancini e Balotelli. Eto'o è "dimenticato" in avanti e l'ultimo lampo della prima frazione lo regala Lucio con un tiro da fuori.

La ripresa si apre con lo stesso canovaccio della prima frazione: Maicon spinge, Cambiasso prova a dare ordine e Samuel, tra un fallo e l'altro, è il baluardo difficile da superare. Gli altri nerazzurri, inclusi Stankovic e Zanetti, si godono lo spettacolo. Il Rubin in difesa è un po' disordinato, ma l'Inter non ne sa approfittare ed anzi sono i russi ad andare ancora vicini al goal. Al 15' della ripresa poi, Balotelli rimedia il secondo giallo per un inutile intervento in ritardo su Noboa: ingenuo il nerazzurro, eccessivamente fiscale l'arbitro Hauge e "Balo" sotto la doccia. Con l'uomo in meno, l'Inter soffre ancora di più. Mourinho chiama fuori Mancini ed inserisce Quaresma, ma la musica non cambia anzi il Rubin chiude all'angolo la squadra nerazzurra con Julio Cesar impossibilitato a riposare un attimo il cervello. All'80° un'altra ghiottissima occasione per il Rubin Kazan: è Semak, uno dei migliori in campo, a far tremare l'Inter ed il palo della porta di Julio Cesar con una botta da distanza ravvicinata. E' l'ultimo spavento per il portiere brasiliano e per il club nerazzurro che torna a casa con un punto che, stando a quanto si è visto in campo, è oro colato.

La chiave - L'idea di schierare Mancini e Balotelli sugli esterni e Ibrahimovic al centro dell'attacco aveva già portato a scarsi risultati lo scorso anno. Riproporre questo tridente quando al centro c'è un attaccante come Eto'o, meno portato dello svedese a giocare il pallone sulla trequarti, non rende certo più facili le cose.

La chicca - Milito e Muntari non riescono ad essere della partita e Mourinho, al fine di raggiungere quota 18 uomini arruolabili, porta con sè in panchina sia Toldo che Orlandoni, due portieri! Un evento più unico che raro.

Top&Flop - Balotelli gioca male e rovina ulteriormente la sua prova con la follia che lascia i suoi in inferiorità numerica a mezzora dalla fine. Male anche Mancini e Chivu. Lucio è disastroso nel primo tempo, poi pian piano rinasce. Tra i russi, bene Semak e Dominguez e nessuna insufficienza.

Ronald Andreasi


IL TABELLINO

RUBIN KAZAN - INTER    1-1

MARCATORI: 11' Dominguez (R), 27' Stankovic (I)

RUBIN KAZAN (4-4-1-1): Ryzhikov 6; Salukvadze 6, Sharonov 6, Cesar Navas 6.5, Ansaldi 6.5; Ryazantsev 6.5, Noboa 6.5, Semak 7, Karadeniz 6; Dominguez 7.5 (85' Kasaev s.v.); Bukharov 6.5. A disposizione: Revishvili, Bystrov, Popov, Balyaikin, Gorbanets, Muravski. Allenatore: Berdiyev  7

INTER (4-3-3): Julio Cesar 6.5; Maicon 6.5, Lucio 6, Samuel 6.5, Chivu 5; J.Zanetti 5.5, Cambiasso 6 (80' Vieira s.v.), Stankovic 6; Mancini 4.5 (63' Quaresma 5.5), Eto'o 5.5, Balotelli 4. A disposizione: Toldo, Orlandoni, Cordoba, Santon, Khrin. Allenatore: Mourinho 5

ARBITRO: Hauge (Nor) 5.5

AMMONITI: Karadeniz (R), Samuel (I), Balotelli (I), Maicon (I)

ESPULSO: Balotelli (I) al 60'