Inter-Barcellona 0-0: Nerazzurri e blaugrana pari son

Partita giocata a gran ritmo da entrambe le squadre, ma tanti gli errori difensivi delle due compagini.
L’Inter tiene a bada il Barcellona e strappa un punto ai catalani che comandano la partita per gran parte dei 90 minuti.

In campo - Muntari vince il ballottaggio con Stankovic ed è schierato nel centrocampo a tre dell’Inter con Motta e Zanetti. Guardiola risponde con una mediana muscolare affiancando  Yaya Tourè e Keita a Xavi. Davanti è confermatissimo il tridente delle meraviglie Messi-Ibra-Henry.

Si gioca - I catalani partono a razzo e mettono in difficoltà la confusa difesa interista con un tiro di Messi dopo appena un minuto di gioco. Gli undici di Mourinho non riescono a trovare sbocchi offensivi e subiscono l’iniziativa del Barça: un taglio intteligente di Ibrahimovic smarca lo svedese davanti alla porta di Julio Cesar, ma il fischiatissimo ex, sicuramente preso dall’emozione di una partita che sente tantissimo, calcia ampiamente fuori. L’Inter, però, fa presto ad uscire dal guscio e, spronato dal caldissimo pubblico di un San Siro quasi esaurito, si propone molto più spesso in avanti, senza, però, causare grossi problemi a Victor Valdes, fatta eccezione per un tiro da buona posizione di Milito alla metà della prima frazione di gara. Quando il Barça riesce a giocare palla a terra come richiesto da Guardiola, riesce a schiacciare l’Inter nella propria metà campo e un brivido percorre la schiena dei 75mila del Meazza quando Keita, a porta sguarnita, colpisce la palla con lo stinco e sbaglia un goal clamoroso. Julio Cesar salva ancora i suoi respingendo un gran sinistro di Messi dal limite dell’area seguito a un’ingenua palla persa di Muntari, che, tra l’altro, non è stata l’unica del ghanese.

Il secondo tempo riparte con le squadre che non sembrano sfrontate come a inizio-match, soprattutto l’Inter sembra impegnare meno energie nel pressing sui portatori di palla blaugrana, ma sfrutta ogni occasione per andare in contropiede creando qualche occasione in più rispetto ai primi 45 minuti di gioco. E’ solo Barça nel secondo tempo: i campioni in carica giocano solo ed esclusivamente palla e terra, con un’ottima circolazione di palla riescono a tenere sotto assedio i nerazzurri senza riuscire, però, a trovare il momento giusto per affondare. Ilcopione va avanti per il resto del match, che si chiude sul risultato di 0 a 0.

La chicca
- Veramente pessima la prestazione dei guardalinee che non indovinano una segnalazione di fuorigioco né da una parte, né dall’altra. Il primo che sembrano azzeccare è quello di Balotelli al 92’.

La chiave - L’Inter tiene a bada il Barça grazie soprattutto a Zanetti e Muntari (in seguito Stankovic) che raddoppiano aiutando Maicon e Chivu nelle decine di azioni giocate da Messi ed Henry sulle fasce.

Top&Flop - Muntari non è bocciato solo per l’impegno che mette, ma il ghanese sbaglia numerosi cross e perde 2-3 palle pericolosissime sulla propria trequarti. Molto attento Lucio, che non commette alcuna sbavatura. Messi, come sempre, incanta con i suoi slalom palla al piede; bene anche Xavi, che illumina la partita con dei passaggi geniali.

Mario Caputo


IL TABELLINO

INTER-BARCELLONA 0-0

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar 6.5; Maicon 6.5, Samuel 7, Lucio 7.5, Chivu 6; Zanetti 6.5, Muntari 5.5 (62’ Stankovic 6.5), Motta 6; Snejder 6 (80’ Santon sv); Eto’o 6.5, Milito 7 (85’ Balotelli. A disposizione: Toldo, Cordoba, Vieira, Cambiasso. All. Mourinho 6.5

BARCELLONA (4-3-3): Valdes 6; Dani Alves 7, Piquè 6.5, Puyol 6.5, Abidal 5.5; Xavi 7, Tourè 6.5, Keita 5.5; Messi 7.5, Ibrahimovic 6.5, Henry 6.5 (76’ Iniesta sv). A disposizione: Pinto, Marquez, Maxwell, Suarez, Busquets, Pedro. All. Guardiola 7

ARBITRO Wolfgang Stark 5.5

AMMONITI: Henry (B), Tourè (B), Chivu (I)