Deschamps stuzzica Galliani sulle LUCI di Marsiglia: "Un punto nero della sua carriera"

Il tecnico dell'Olympique teme il Milan.
C'è Marsiglia-Milan e il pensiero non può che tornare a quel 1991, quando Adriano Galliani decise di ritirare dal campo i rossoneri. Tutto a causa di un impianto di illuminazione mal funzionante. Da allora il Velodrome non ha più incrociato il suo destino con quello milanista, anche se Didier Deschamps, in conferenza stampa, non la pianta con la storia dell'amarcord: "Galliani si ricorda bene di Marsiglia - ha detto l'ex Juve - è stato il punto più nero della sua carriera da dirigente. Il Milan ha pagato a caro prezzo quella serata, ma stavolta ho controllato per bene le luci dello spogliatoio...".

Didì non risparmia la frecciata, ma si ricompone in fretta ed elogia i rossoneri: "Il Milan resta il Milan, con una squadra abituata a giocare e vincere la Champions. Non aspetterò le loro incertezze, sarà nostro dovere metterli in difficoltà. E poi le squadre italiane hanno sempre una cultura vincente e per questo credo che un girone peggiore non poteva davvero capitarci".

Il Marsiglia, insomma, ha davvero poco per cui esaltare. Se l'Olympique al Milan fa paura, è vero anche l'opposto. Il match è tutto da giocare.