Real Madrid-Juventus 0-2: Una Juve REALE sbanca il Bernabeu

Doppietta di Del Piero.
La vittoria stasera per la Juve significherebbe qualificazione quasi certa, e forse il primo posto nel girone H della Champions League. L’impresa però non è facile, perché il Real Madrid non ha digerito la sconfitta di Torino, perché al Bernabeu perde difficilmente, e perché un secondo posto nel girone non sarebbe contemplato. La Juve però sfodera una grande personalità, trova presto il gol con Del Piero, e poi fa la sua partita, cercando il 2-0, rischiando, trovandolo e sfiorando anche il 3-0, ottenendo alla fine una vittoria giusta e sofferta: una vittoria da Juventus.  

In campo – Nella Juve non ci sono sorprese: Marchionni gioca dopo il gol con la Roma, Camoranesi che sta recuperando va in panchina. C’è ancora Tiago in mezzo al campo con Sissoko: per il portoghese una buona prestazione riaprirebbe definitivamente il discorso sul suo impiego da titolare. Il Real invece ha un’infortunato illustre dell’ultimo momento: Robben. Al suo posto Drenthe, esterno d’attacco che si posiziona di fronte a Mellberg.

Si gioca – Le prime battute sono per il Real che inizia a martellare la difesa bianconera con incursioni e tiri da fuori. In una situazione confusa Tiago tocca di mano nella sua area, l’arbitro per sua fortuna non vede. Alla prima ripartenza della Juve Del Piero prende la mira e infila di precisione nell’angolino basso: 1-0 a sorpresa. I Blancos fanno la partita ma soffrono sempre i contropiede della Signora. Prima Ramos fallisce un gol al volo non impossibile, poi Van Nistelrooy sfiora la traversa. Il 2-0 potrebbe arrivare prima dell’intervallo, ma Amauri viene chiuso da Cannavaro, uno contro uno; c’è ancora tempo per un recupero miracoloso di Mellberg su Drenthe, e per un’occasione di testa divorata da Diarra.

Il Real riparte rabbioso e crea scompiglio nella difesa bianconera, reclamando anche un paio di rigori piuttosto pretenziosi. Il ritmo adesso è altissimo, la partita bella e combattuta. Sissoko guadagna una punizione per Del Piero, e il capitano non sbaglia: 2-0, ma la barriera disposta da Casillas non ha nessun senso. Il Real attacca a testa bassa e Higuaìn non trova il tap-in per riaprire la sfida. I Blancos sono tutti nella metà campo bianconera, e la Juve ha più di un’occasione per il 3-0 in velocità, la migliore ancora per Del Piero. Finisce tra i fischi del Bernabeu, mentre i tifosi bianconeri inneggiano a Ranieri.  

La chiave – La Juve, tatticamente, è disposta alla perfezione. La difesa è alta e i due centrali anticipano le punte “merengue” sistematicamente, Molinaro copre in difesa, spinge e crossa, il pressing del centrocampo è costante ma, intelligentemente, non frenetico; Amauri offre ghiotte sponde agli accorrenti, e Tiago - al solito trotto - ha buone idee e spesso interdice. La Champions non è così un’utopia.

La chicca – La solita punizione di Del Piero è un colpo da cecchino, il 21° gol da calcio piazzato nella sua carriera strepitosa. Omaggio a un campione di tecnica, eleganza, e stile che in questa stagione ha già realizzato 4 gol su punizione tirati sempre in modo diverso. Che spettacolo!

Top&Flop – Del Piero, Del Piero, Del Piero. Chiellini e Legrottaglie sono una muraglia contro cui Raul e Van Nistelrooy non sanno davvero che fare. Tiago guadagna fiducia e finalmente non si nasconde più in campo, i mediani del Real invece sono spesso molli e senza idee. Ma tutti i bianconeri stasera sono strepitosi.

Francesco Giambertone


IL TABELLINO

REAL MADRID - JUVENTUS 0-2

MARCATORI: 17’ Del Piero (J), 66’ Del Piero (J)

REAL MADRID (4-3-3): Casillas 5,5; Ramos 5,5, Cannavaro 6, Heinze 5,5 (81’ Saviola s.v.), Marcelo 5; Snejider 6 (64’ Higuain 5), Diarra 6, Guti 6; Drenthe 5,5, Van Nistelrooy 5 (81’ Van der Vaart s.v.), Raul 5. All. Shuster 5

JUVENTUS (4-4-2): Manninger 6; Mellberg 7, Legrottaglie 7, Chiellini 7, Molinaro 6,5; Marchionni 6, Sissoko 6,5 , Tiago 6,5, Nedved 6; Del Piero 8 (92’ De Ceglie s.v.), Amauri 6,5 (83’ Iaquinta s.v.). All: Ranieri 7  

AMMONITI: Sissoko (J), Drenthe (R), Legrottaglie (J), Guti (R) Van Nistelrooy (R)

ARBITRO: Dink 6