Tottenham, Pochettino agguerrito: "Vogliamo vincere ed essere migliori dei Viola"

Pochettino, tecnico del Tottenham: "Siamo cresciuti rispetto allo scorso anno, vogliamo vincere e dimostrare di essere migliori della Fiorentina".

Il Tottenham che si presenterà al Franchi contro la Fiorentina domani sera è una squadra più consapevole dei propri mezzi. Lo ha sottolineato Sousa in conferenza stampa, lo ha confermato il suo collega Mauricio Pochettino.


LEGGI DI PIU': Sousa: "Spurs cresciuti" | Bernardeschi: "Tottenham, abbiamo qualità"


Non ci sarà il francese Lloris: "Lloris si è fatto male alla spalla, non ci sarà domani contro la Fiorentina, speriamo di poterlo avere giovedì prossimo. C'è comunque Vorm che saprà sostituirlo al meglio. Abbiamo ad ogni modo una rosa forte che non ci fa cambiare obiettivo, ossia quello di vincere la gara e dimostrarci migliori rispetto al nostro avversario".

La vittoria ottenuta sul campo del City, che ha messo gli Spurs in piena corsa per il titolo, ha dato grande fiducia all'ambiente: "Rispetto all'anno scorso siamo cresciuti a tutti i livelli, sia come rosa che come gioco che come società. Siamo abbastanza contenti, ma c'è ancora tanto lavoro da fare. Contro il Manchester City devo ammettere però che c'è stato grande impegno e grande responsabilità da parte di tutti. Sono molto contento di allenare questa squadra e di fare parte del calcio inglese".

Secondo Pochettino la rosa della sua squadra è in grado di poter affrontare al meglio tutte le competizioni nelle quali Kane e compagni sono ancora in corsa: "In Inghilterra ci sono più partite rispetto a quelle che si giocano in Germania o Spagna, ma c'è un'organizzazione tale che ti permette comunque di affrontare al meglio questi impegni, in special modo qui agli Spurs. Abbiamo creato una mentalità vincente che ci permette di poter affrontare tutte le partite, anche questa contro un avversario valido come la Fiorentina, con la giusta fiducia e consapevolezza".

L'anno scorso i colori viola furono indigesti per gli Spurs, ma stavolta le cose saranno diverse, parola del manager londinese: "Rispetto all'anno scorso sarà una partita molto diversa non solo per merito nostro, ma anche per merito della FIorentina. Entrambe le squadre hanno cambiato molto nel modo di giocare e di affrontare le partite. Sarà difficile per noi. Siamo in corsa sia in Premier che in Europa League, ma pensiamo partita dopo partita e non al futuro. Anche i viola stanno facendo bene in A, speriamo di poter essere insieme l'anno prossimo in Champions League".