Roma-Panathinaikos 2-3: Il sogno europeo dei giallorossi FINISCE qui...

La squadra di Ranieri sconfitta in casa dai greci.
Brusco risveglio per la Roma che, per colpa di 7 minuti di inferno tra il 40' ed il 46' del primo tempo si ritrova già fuori dall'Europa League. I giallorossi hanno pagato un finale di prima frazione da incubo, vedendosi così eliminati da un Panathinaikos non certo imbattibile.

In campo - Ranieri preferisce Cassetti, Juan e Cerci a Motta, Burdisso e Menez. Per il resto, nessuna novità. Nel Panathinaikos Karagounis è in tribuna, messo k.o. dall'influenza, mentre Leto, tra i migliori ad Atene, resta in panchina: c'è Salpingidis dal primo minuto al fianco di Ninis e Spiropoulos alle spalle di Cissè.

Si gioca - Pronti via e, al primo squillo, la Roma è in vantaggio: bordata del solito Riise su calcio di punizione e palla che termina in rete dopo aver colpito la faccia interna del palo. Giallorossi in vantaggio e virtualmente qualificati. Soddisfatti per aver trovato il goal, De Rossi e compagni rallentano i ritmi della gara ed il primo tempo, noiosamente, scivola via senza sussulti fino al 39° quando è ancora Riise a provare il bis con un calcio di punizione, stavolta fuori di un soffio. Al 40°, però, la Roma capitola: De Rossi tocca in area Ninis, il contatto sembra tutto tranne che trascendentale, ma il gioiellino del Panathinaikos termina a terra e per l'arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto Cissè batte Doni e trova il pari. I greci, però, sfruttano il momento di sbandamento dei giallorossi e ne approfittano per raddoppiare: Ninis individua in Doni il tallone d'Achille della Roma e con una botta non irresistibile dai 25 metri sorprende il portiere giallorosso e porta in vantaggio i suoi. Il peggio, però, per la Roma deve ancora arrivare ed arriva puntuale durante il primo minuto di recupero quando Cissè si invola, supera in dribbling Doni e da posizione defilata elude il recupero di Mexes. 1-3, Olimpico tramortito e Roma già virtualmente eliminata.

Nella ripresa, la Roma parte come indemoniata e va vicina al goal immediatamente con Cerci e Vucinic, ma trova l'opposizione di un monumentale Tzorvas. Il Panathinaikos, pur non addormentando in maniera antisportiva la partita, fa scivolare via i minuti, rischiando più volte di concedere ai giallorossi il goal del 2-3, che arriva al 67° quando De Rossi trova il tap-in vincente. La Roma, galvanizzata, prende coraggio e va vicina al pari a più riprese, sempre con Capitan De Rossi, il quale trova però per ben due volte l'opposizione di uno Tzorvas da applausi. Katsouranis si fa ingenuamente ed inutilmente espellere nel finale, ma non rovina comunque la festa del Panathinaikos, in festa per l'impresa compiuta.

La chiave - Il calcio di rigore concesso, forse un po' generosamente, ai greci ha rappresentato la svolta della gara. La Roma ha perso convinzione e, in maniera incredibilmente ingenua, ha subìto in rapida successione le altre due reti da parte dei greci che hanno di fatto chiuso i conti.

La chicca - Al 16' del primo tempo Daniele De Rossi si accascia, lascia il campo e si avvia verso gli spogliatoi. Sostituzione immediata? Niente affatto! Il centrocampista giallorosso torna in campo poco dopo, riprendendo regolarmente il proprio posto. Forse, dopo una pallonata ricevuta in una zona "intima", ha preferito farsi medicare lontano dalle telecamere.

Top&Flop
- Nella Roma si salvano solo De Rossi, encomiabile per continuare a crederci fino alla fine, Cerci e Riise. Male tutti gli altri. Tra i greci, decisive le prove di Tzorvas e Cissè, ma soprattutto quella di Ninis in grado di spaccare in due la partita.

Ronald Andreasi

IL TABELLINO

ROMA-PANATHINAIKOS   2-3

MARCATORI: 11' Riise (R), 40' Cissè (P) rig., 43' Ninis (P), 46' pt Cissè (P), 67' De Rossi (R)

ROMA (4-2-3-1): Doni 5; Cassetti 5, Mexes 5, Juan 5.5, Riise 6; De Rossi 7, Brighi 5 (46' Baptista 5); Cerci 6.5 (68' Menez 6), Perrotta 5.5, Taddei 5.5; Vucinic 5.5. A disposizione: Lobont, Motta, Burdisso, Tonetto, Faty. All. Ranieri 5

PANATHINAIKOS (4-2-3-1): Tzorvas 7.5; Marinos 6, Vintra 6.5, Sarriegi 7, Kantè 6.5; Katsouranis 5.5, Simao 6.5, Salpingidis 6.5 (87' Leto s.v.); Ninis 7.5 (71' Gilberto Silva 6), Spiropoulos 6, Cissè 7.5 (92'
Hristodopoulos). A disposizione: Galinovic, RUkavina, Bjarsmyr, Cleyton. All. Nioplias 8

ARBITRO: Paixao 5

AMMONITI: Katsouranis (P), Marinos (P), De Rossi (R), Taddei (R), Vintra (P), Cissè (P)

ESPULSO: 90' Katsouranis (P)