Olimpiadi, Italia-Honduras 3-0: Una vittoria di… rigore

Una magia di Giovinco e due rigori regalano tre punti agli azzurri.
Una bella Italia, tonica e fantasiosa, liquida la pratica Honduras con un secco 3-0. Gara attenta degli azzurrini che prima pungono, poi infilano tre reti e controllano il resto del match con poche difficoltà. Ci vuole un’invenzione di Giovinco per sbloccare la partita, splendido il sinistro a togliere la ragnatela dal sette, poi due generosi rigori trasformati da Rossi e Acquafresca arrotondano il risultato. Inutile la girandola di cambi degli honduregni che si rendono pericolosi solo nella parte finale dell’incontro, fallendo addirittura un calcio di rigore con lo sciagurato Pavon.
 
In campo – Gigi Casiraghi schiera i suoi con il solito spregiudicato 4-3-2-1, con Acquafresca terminale offensivo al posto dell’acciaccato Rocchi. Rossi è il più avanzato dei trequartisti, Giovinco chiamato a ripiegare spesso sulla linea di centrocampo. Coach Yearwood risponde con un solido 4-4-2 adito a sfruttare la velocità degli esterni Emil Martinez e Padilla.
 
Si gioca – Partono subito forte gli azzurrini approfittando della svagatezza tattica della difesa honduregna, all 3’ Nocerino calibra uno splendido lob in profondità per Acquafresca che tutto solo calcia addosso al portiere Hernandez. Passa meno di un minuto e ancora il bomber italo-polacco spreca di testa un bel cross di De Silvestri. Si spingono poco in avanti i centrocampisti azzurri, ma quando lo fanno creano pericoli alla porta avversaria, come Montolivo che al 10’ raccoglie una respinta della difesa avversaria e piazza il piattone destro sul primo palo, Hernandez è reattivo e vola mettendo la palla in corner. L’Honduras fa circolare molto palla e punta sulla velocità degli esterni, senza però creare pericoli nell’area di Viviano. Sempre Italia pericolosa con una girata di testa di Rossi su cross di Giovinco e un destro rasoterra di Acquafresca su cui Hernandez mostra tutti i propri limiti. A furia di insistere, l’Italia si porta in vantaggio con un sampietrino mancino di Giovinco che dai 25 metri spolvera l’incrocio dei pali. Passano tre minuti e arriva il raddoppio con il penalty di Giuseppe Rossi concesso per un ingenuo fallo di mano di Arzu. Nella ripresa subito la premiata ditta Giovinco – Rossi con l’esterno sinistro di quest’ ultimo che chiama alla prodezza Hernandez. Passano due minuti e l’estremo difensore centro americano tocca in area Acquafresca lanciato a rete, Skomina non ha dubbi e concede il secondo penalty che il bomber del Cagliari non sbaglia. 3-0. Da qui l’Italia controlla il match concedendo qualche sporadica occasione agli avversari che esaltano l’agilità di Viviano con i tiri di Nunez e Caballero. All’ 81’ De Silvestri abbatte Alvarez in area e Skomina concede il terzo rigore della partita, dal dischetto Pavon calcia come peggio non si può e spedisce la palla in curva in un esecuzione più rugbystica che altro.
 
La chiave –
I due trequartisti Rossi e Giovinco non concedono punti di riferimento ai difensori honduregni, spaesati e sorpresi al punto di dimenticarsi più volte di Acquafresca. La “formica atomica” si decentra spesso fino a diventare il quarto di centrocampo, quasi a fare l’ala sinistra per liberare lo spazio tra le linee occupato dal gemello Giuseppe Rossi.
 
La chicca –
Giovinco quando punta l’avversario non ha rivali. Slalom nello stretto, tunnel e una serie di serpentine mandano in tilt la retroguardia avversaria. Ciliegina sulla torta un “elastico” ai danni di Molina che rimedia solo grazie ad un fortunoso rimpallo.
 
Top&Flop –
Splendida la prova del già citato Giovinco, bene Giuseppe Rossi e Acquafresca che guadagna due calci di rigore. Molta la sostanza di capitan Nocerino che fa sentire i muscoli e non disdegna l’assist per gli attaccanti. Difesa da rivedere in quanto poco impegnata. Dall’altra parte difficile promuovere qualcuno, da segnalare la velocità e lo spirito di iniziativa dei due esterni Emil Martinez e Alvarez, entrato nella ripresa. Malissimo Pavon e la retroguardia, quasi sempre in affanno.
 
Massimo Culello

IL TABELLINO
 
Italia - Honduras 3-0 (primo tempo 2-0)
 
Marcatori: 41’ Giovinco, 44’ Rossi (rig.), 51’ Acquafresca (rig.)
 
Italia (4-3-2-1): Viviano 6.5; De Silvestri 5.5, Bocchetti 6 (71’ Coda s.v.), Criscito 6, De Ceglie 6; Nocerino 6.5, Cigarini 6, Montolivo 5.5; Rossi 6.5 (59’ Abate 5.5), Giovinco 7.5 (79’ Marchisio s.v.); Acquafresca 6.5.    All. Casiraghi 6.5

Honduras (4-4-2): Hernandez 6; Molina 5, Arzu 4.5, Caballero 5,5, Morales 5,5; Padilla 5 (46’ Alvarez 6.5), Thomas 5.5, Claros 5 (61’ Sanchez 6), E. Martinez 6.5; Pavon 4, Rodas 5.5 (65’ Nunez 6).      All. Yearwood 5.5

ARBITRO: Skomina (Slovenia) 5.5
 
AMMONITI: 51’ Hernandez, 54’ Cigarini, 80’ De Silvestri, 87’ Thomas, 91’ Abate
 
ESPULSI: -
 
NOTE: recupero 1’ +  3’