Conversano, che richiesta: vuole lo scudetto 1944

Vinse il titolo dell'Italia libera.

Conversano, Bari, vuole lo scudetto per la stagione 1943-44. Il Sindaco ha avanza­to formale richiesta. Il presiden­te della Federcalcio Giancarlo Abete ha deciso di costituire un gruppo di lavoro per valutarla e proporre l’eventuale riconosci­mento da assegnare alla squa­dra. La commissione sarà for­mata nei prossimi giorni.

L’US Conversano aveva vinto il Campionato dell’Italia Libera, che si disputò nel 1944 e vide impegnate le squa­dre del sud, ad eccezione delle formazioni campane. Dopo l’8 settembre 1943 la Linea Go­tica divise l’Italia. A nord tede­schi e repubblichini, a sud ingle­si e americani. Per due anni il campionato fu sospeso. Però si continuò a giocare. Al nord ci fu il Campionato dell’Alta Ita­lia, vinto a sorpresa dai Vigili del Fuoco La Spezia. A Roma si disputò un campionato roma­no di guerra, vinto dalla Lazio nel 1944. Nel meridione si gio­cò il Campionato dell’Italia Li­bera. Ci furono anche un Cam­pionato campano e uno sicilia­no.

Il torneo che riuni­va le squadre più forti fu quello dell’Alta Italia. Non fu possibile riconoscerlo come Campionato Italiano, perché le squadre del centro-sud non parteciparono. Il sindaco di La Spezia, però, chiese che ai Vigili del Fuoco fosse assegnato lo scudetto 1943-44. Fu istituita una com­missione e, nel 2002, la Feder­calcio decise di assegnare alla società uno speciale emblema da appuntare sulla divisa e una targa ricordo. Non lo scudetto, certo, ma un segno simbolico di alto valore storico. Ora il Con­versano, seguendo quell’esem­pio, vuole che la sua prodezza non vada perduta. Chiede un si­gillo doc per quella vittoria.

Fonte: Gazzetta dello Sport