thumbnail Ciao,

In un mese l’Osservatorio di Blogmeter ha monitorato oltre un milione di messaggi sui social media.

Wesley Sneijder, miglior giocatore del torneo e candidato numero uno al Pallone d’Oro. L’incoronazione arriva dagli utenti italiani del web che per un mese intero hanno commentato sui social media i campionati del Mondo di calcio. Complessivamente più di un milione di messaggi che Blogmeter ha rintracciato con pazienza certosina, scandagliando 400 comunità, 70 mila blog e i social network Facebook, Twitter e FriendFeed grazie a una piattaforma tecnologica proprietaria fondata su sistemi di web crawling e analisi semantica. Ne è uscito un osservatorio quotidiano divulgato a giornali e agenzie che ha fatto da spunto a questa elaborazione finale. Sul web gli utenti si muovono in modo “liquido” spinti da simpatie, inclinazioni e affinità, ma anche da avversione e in qualche caso da odi profondi.

Ne sa qualcosa la Nazionale italiana investita da una bocciatura quasi corale (285.000 post) condita da aggettivi inenarrabili: solo due azzurri si salvano dal naufragio, Pirlo e Quagliarella, quest’ultimo, “L’unico ad averci messo il cuore”. Non si salvano invece le vuvuzelas (20.300), “assordanti” e “insopportabili” e il tormentone Waka Waka! (67.000), la canzone inno dei mondiali, da più di un utente definita “Un incubo”. Neppure il giovane Balotelli sfugge alla mannaia della rete. L’ipotesi di un suo impiego nel nuovo corso di Prandelli convince solo metà degli utenti (21.000) a causa delle sue imprevedibili bizze caratteriali: “Tecnicamente è un talento, ma di testa non crescerà mai…”. La rete però è capace di slanci imprevedibili e di amori eterni come quelli dei film americani di una volta.  Prendete Maradona: se ne sono accorti tutti che come allenatore lascia a desiderare, ma il suo fascino rimane intatto (21.000). Addirittura la sconfitta dell’Argentina da parte della Germania è stata vissuta con stupore visto che per tanti Dieguito avrebbe vinto il Mondiale. “Quando si ha a che fare con un genio assoluto del calcio…”.

Un altro idolo degli internauti è stato il polpo Paul (15.000), per tanti la vera sorpresa. Potenza del carisma, che in certi casi non ha bisogno di parole per esprimersi. In altre situazioni, invece, le parole sono tutto. Le cronache tv di Rai e Sky ad esempio sono state un oceano di chiacchiere non sempre digerite dagli utenti. A farne le spese sono stati i commentatori Rai (17.000), in particolare la coppia Collovati-Tombolini, oggetto di ironiche osservazioni sui loro presunti litigi, “Se continuano così si prendono a botte”, “Per me non arrivano a fine mondiale”. Il più citato in assoluto è stato Salvatore Bagni, del quale vengono rimarcate le “perle” durante le telecronache: “Pipipirlo, ha la lucidà,  lucicicidità di vedere Rossi e poi poi poi… ci vuole la qualità anche..”. Tutt’altra musica su Sky dove c’è Fabio Caressa (2800), un altro degli eroi di questo mondiale, giudicato “Il miglior telecronista italiano” per l’enfasi delle telecronache e le “poetiche” introduzioni alle partite. Infine sulla scelta della squadra migliore (2242) il web ha rispettato il verdetto del campo. Prima la Spagna, seguita da Olanda e Germania.