thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 30 settembre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Renato Dall'Ara, Bologna
  • Arbitro: P. Giacomelli
  • • Spettatori: 19000
4
FIN
0

Bologna-Catania 4-0: Al Dall'ara ci pensa un super Gilardino a domare l'Elefante

I rossazzuri partono bene, ma poi vengono travolti dalla valanga rossoblù: scatenato Gilardino con un assist per Guarente ed una doppietta. Nel finale poker di Kone.

La prima vittoria casalinga del Bologna coincide con la rinascita di Alberto Gilardino che,nel 4-0 sul Catania, firma una doppietta e porta il suo score personale a 151 goal in carriera. Partita perfetta dei padroni di casa che erano passati in vantaggio con Guarente e chiuso con Kone. Il Catania parte bene, ma poi si perde nell'ingorgo del centocampo rossoblu e raramente riesce" ad essere pericoloso. Siciliani che finiscono in 10 per espulsione di Capuano e continuano a soffrire in trasferta.

FORMAZIONI - Novità in porta per il Bologna che schiera Curci al posto di Agliardi. Si ritorna alla difesa a 4. Guarente dal 1º minuto. Kone dietro Diamanti-Gilardino. Nel Catania 4-3-3 di sempre con in avanti il tridente Barrientos- Castro - Bergessio.

PRIMO TEMPO - Partenza vivace del Catania che fa suo il possesso palla e i giocatori del Bologna hanno il loro bel da fare nel cercare di fermare i siciliani. I rossoblu comunque non si lasciano sopraffare e si proiettano tutti in avanti, come vuole Pioli. Gilardino svaria a destra e sinistra dato che Diamanti fatica a trovare gli spazi per far circolare la palla. Due occasioni ravvicinate in pochi minuti, una per parte: Kone prova la rovesciata e Borgessio e Castro non s'intendono a due passi da Curci.

Il Catania va vicinissimo al vantaggio con Castro servito da Izco, Curci respinge ma non trattiene la sfera e il numero 19 di Maran ci prova in acrobazia mandando però fuori di poco il pallone. E proprio nel miglior momento del Catania, il Bologna affonda il colpo vincente con Guarente che porta i rossoblu in vantaggio servito di testa da Diamanti con la collaborazione di Gilardino che blocca in modo cestistico il proprio marcatore. Spolli deve lasciare il campo per problemi muscolari, al suo posto Bellusci.

Castro ci prova di testa ma la mira non é delle migliori. Continua a giocare bene il Catania nonostante lo svantaggio. C'é molto traffico a centrocampo. Al 40º il raddoppio del Bologna con Gilardino che segna il suo 150º goal, il 4º in 4 partite. Garics lo serve alla perfezione, il Gila danza tra i due centrali e poi infila la palla in rete facendola filare sotto le gambe di Andujar. Il Catania reagisce  subito con Capuano che colpisce l'incrocio dei pali. Curci si infortuna nel recupero e così Agliardi riprende il suo posto tra i pali.

SECONDO TEMPO -  Il ritmo é controllato,ma fioccano gli infortuni. Il Bologna é costretto a cambiare Antonsson per un problema alla spalla, al suo posto Carvalho. Poi é Agliardi a far preoccupare la panchina rossoblu. Infine Perez che viene rilevato da Pazienza. Anche il Catania cambia Almiron con Gomez, ma per scelta tecnica. Di lì a poco arriva al 60º il terzo goal dei padroni di casa con il suo bomber ritrovato Alberto Gilardino: mischia in area, Capuano lo marca stretto, ma il Gila riesce a piazzarla lo stesso di testa in un angolino in cui Andujar non riesce ad arrivare.

Agliardi in volo strozza l'esultanza di Lodi che si vede deviare in angolo un pallone destinato in rete. Il Bologna gestisce il risultato e lascia il possesso palla al Catania. Al 37' Capuano viene espulso per aver vistosamente trattenuto Kone. Kone stesso al 95º segna la rete del 4-0. Applausi al Dall'Ara.

LA CHIAVE - La regola per il Bologna per un risultato così rotondo é stata compattarsi dietro per poi servire l'infallibile Gilardino.

MOVIOLA - Maran in occasione del goal protesta vivacemente segnalando varie situazioni fallose a danno dei suoi difensori. Legrottaglie viene ammonito ancora per proteste sul secondo goal sempre in relazione all'atteggiamento di Gilardino nei confronti dei difensori, stavolta la punta era in sospetto fuorigioco. Diamanti reclama un rigore all'89º.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Gilardino. Cecchino infallibile. E' tornato il vecchio Gila, quello che tramuta in goal ogni pallone che gli passa davanti. Bologna è la sua terra di rinascita.

IL PEGGIORE - Capuano. Torna in campo dal primo minuto da tempi immemori. Forse, però, era meglio restasse in panchina...

Sullo stesso argomento