thumbnail Ciao,
Diretta Live

Primera Division

  • 27 aprile 2013
  • • 18.00
  • • Estadio San Mamés (old), Bilbao
  • Arbitro: Ignacio Iglesias
  • • Spettatori: 39750
2
FIN
2

Athletic Bilbao-Barcellona 2-2: Messi entra e cambia il match, ma Herrera pareggia al 90'

Athletic Bilbao-Barcellona 2-2: Messi entra e cambia il match, ma Herrera pareggia al 90'

Getty Images

Susaeta punisce il Barça, poi Vilanova inserisce l'argentino: goal e assist per Sanchez. Ma proprio negli ultimi istanti il centrocampista evita la sconfitta dei valenti baschi.

Non basta un super Messi al Barcellona, che sperava di conquistare i 3 punti ed approfittare di un eventuale ko del Real Madrid contro l’Atletico per festeggiare con 5 turni d’anticipo la Liga. Invece, tutto rimandato a causa della rete del 2-2 messa a segno proprio al 90’ da Ander Herrera per l’Athletic Bilbao, coraggioso e non meritevole di uscire dal campo senza i 3 punti.  

L’inizio fa capire immediatamente che tipo di partita sarà. L’Athletic pressa, corre, sfrutta il terreno bagnato del San Mames e mette in difficoltà un Barcellona che pensa evidentemente già alla mission impossible di mercoledì contro il Bayern Monaco. La prima occasione è per i baschi, ma a un passo dalla porta Susaeta non arriva per un soffio sul tiro cross radente di Muniain.

Certo, nonostante manchi Messi quando si sveglia il Barça son dolori anche per la squadra del Loco Bielsa. Sanchez si vede poco, ma gli basta un pallone per scaricare un destro incrociato che va a incocciare contro il palo destro di Iraizoz. Ci prova anche Song, a conclusione di un’azione Xavi-Fabregas, ma il sinistro del camerunense termina debolmente tra le braccia del portiere di casa.

Poi, ecco il goal: lo segna Susaeta, con un tap-in da un passo a Valdes fuori causa, ma il merito è tutto di Aduriz, che sulla sinistra si beve Piqué e favorisce con un tiro cross potente l’1-0 del compagno. I baschi hanno anche l’occasione del raddoppio, sprecato con uno sciagurato colpo di testa alto di Aduriz, mentre Fabregas calcia a lato da posizione impossibile.

Nella ripresa, il copione non cambia di molto: il pressing indiavolato dei padroni di casa mette in difficoltà gli alieni di Vilanova, incapaci di sciorinare il loro consueto tiqui taka. L’Athletic rischia pure di arrivare al raddoppio, ma il calcio di punizione di Aduriz colpisce l’incrocio dei pali e sulla ribattuta, di testa, San José accarezza il palo esterno.

Il problema, per i baschi, è che i blaugrana hanno un’arma di distruzione di massa a loro disposizione: quando Vilanova inserisce Leo Messi, tutti tremano. E infatti, in due minuti l’argentino segna il pareggio dopo uno splendido dribbling su due avversari, poi porge di testa l’assist del raddoppio ad Alexis Sanchez, che sottomisura non sbaglia.

Ma l’Athletic, che pure nel secondo tempo è calato molto di tono in concomitanza con l’entrata in campo di Messi, non demorde. Rischia in un paio di contropiedi blaugrana di dire addio alle speranze di pareggio, ma poi trova il meritato 2-2 con Ander Herrera, il cui tiro radente sbuca tra una selva di gambe e batte Valdes.

Sullo stesso argomento