thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 07 aprile 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Comunale Via del Mare, Lecce
  • Arbitro: D. Orsato
  • • Spettatori: 12600
4
FIN
2

Lecce-Roma 4-2: Figuraccia dei capitolini, i salentini incantano e rivedono la salvezza grazie al duo Muriel-Di Michele

Lecce-Roma 4-2: Figuraccia dei capitolini, i salentini incantano e rivedono la salvezza grazie al duo Muriel-Di Michele

Getty Images

Una doppietta di Muriel e una di Di Michele hanno permesso al Lecce di fare a pezzi una Roma inguardabile. Inutili i goal, nel, finale, di Bojan e Lamela.

Salgono a 12 le sconfitte stagionali della Roma, sconfitta per 4-2 dal Lecce e vicinissima a dire addio al sogno Champions League. Dal canto loro, invece, i salentini, meritatamente vincitori, si portano a -4 dalla zona salvezza: Genoa e Parma non possono certo dormire sonni tranquilli.

FORMAZIONI - Privo di Totti e Borini, Luis Enrique si affida al trio Lamela-Osvaldo-Bojan, lasciando Pjanic non al meglio in panchina. Nel Lecce c'è Di Michele al fianco di Muriel in avanti.

PARTITA - In tanti, per via delle attitudini - tanto difensive quanto offensive - delle due squadre, si attendevano una sfida spettacolare ed invece, per i primi 20 minuti, non succede praticamente nulla. Al primo lampo, però, c'è da aggiornare il tabellone col risultato: Giacomazzi verticalizza per Muriel che, approfittando dell'ennesima disattenzione della difesa della Roma in questo campionato, si presenta a tu per tu con Stekelenburg, lo dribbla e deposita in rete per l'1-0.

La Roma, piuttosto che svegliarsi, crolla: i salentini continuano a fare la partita e Di Michele sfiora il raddoppio al 33'. Poco dopo, si vede la Roma: Bojan lascia partire un gran tiro da fuori area, ma Benussi vola a deviare in calcio d'angolo. I giallorossi sembrano rientrati in partita ma, proprio prima dell'intervallo, arriva il raddoppio: dopo un batti e ribatti all'interno dell'area della Roma, Giacomazzi offre il pallone a Di Michele che, in acrobazia, fulmina Stekelenburg per il 2-0.

Inizia la ripresa e il Lecce raddoppia: Muriel passa in mezzo a De Rossi e Heinze e lascia partire una botta dalla distanza che batte per la terza volta Stekelenburg. Strepitoso il goal del colombiano che fa impazzire il 'Via del Mare'. La Roma sembra mollare, il Lecce, invece, sospinto da un Cosmi non appagato, spinge ancora e conquista anche un calcio di rigore, sempre con lo scatenato Muriel, steso da Heinze. Dal dischetto Di Michele fa 4-0 e mette in ghiaccio la partita. Cosmi inizia a pensare all'impegno di Catania e tira fuori Cuadrado, toccato duro, mentre sulla sponda romanista l'ex Osvaldo prova ad incrementare il proprio bottino di reti ma trova sulla sua strada Benussi.

Nel finale, la Roma cerca il goal della bandiera con Osvaldo prima e Marquinho poi, ma Benussi si esalta e dice di no, ma crolla all'88° quando Bojan batte al volo su cross di Lamela e realizza il goal del 4-1. Proprio Lamela, al 90' con una strepitosa punizione, mette a segno anche il 4-2 sul quale cala il sipario.

CHIAVE - Scontato dire che il goal di Muriel spezza in due una partita che, fino a quel momento aveva offerto davvero poco spettacolo.

CHICCA - Sono 41 i goal subìti dalla Roma in 31 giornate di campionato. Per intenderci, il Siena ne ha subiti 32...

MOVIOLA - L'arbitro ha poche decisioni importanti da prendere: indovina quella di concedere il rigore al Lecce, sbaglia nel non mostrare il cartellino rosso a Gennaro Delvecchio ad inizio ripresa per un duro intervento su Rosi.

PROMOSSI&BOCCIATI - Muriel e Di Michele sono da copertina, mentre nella Roma si salvano - a tratti - soltanto Lamela e Marquinho. Male De Rossi, in affanno Heinze e Kjaer.

Sullo stesso argomento