thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie B

  • 19 marzo 2011
  • • 15.00
  • • Stadio Armando Picchi, Livorno
  • Arbitro: L. Baracani
  • • Spettatori: 4465
1
FIN
1

Livorno-Grosseto 1-1: I labronici accarezzano la vittoria, ma Sforzini al 93' li gela

Livorno-Grosseto 1-1: I labronici accarezzano la vittoria, ma Sforzini al 93' li gela

Un rigore dell'attaccante ha frenato la rincorsa ai playoff dei ragazzi di Novellino.

Finisce in parità uno dei tanti derby toscani di questo campionato, un 1-1 arrivato quando ormai la vittoria del Livorno sembrava scritta. Di Belingheri la rete che appariva decisiva, poi un fallo di mano di Knezevic regala ai maremmani il rigore del pareggio trasformato da Sforzini. Un pareggio che lascia tanto amaro in bocca gli amaranto, incapaci di concretizzare la superiorità numerica per quasi tutta la ripresa dopo l'espulsione all'11' di Alessandro. Un pareggio che costa il sorpasso del Vicenza, vittorioso sul Novara. La strada verso i playoff è ancora tutta da scrivere, ma certo è che il pari di oggi rischia di costar caro agli amaranto mentre il Grosseto torna a casa contento con un punto in carniere che consente di mantenere inalterate le speranze di sesto posto.

FORMAZIONI
– Nei padroni di casa mister Novellino a sorpresa recupera Dionisi, è l'ex attaccante della Salernitana il partner di Tavano. Alle spalle della coppia gol confermato Belingheri. In mezzo al campo torna Iori mentre al posto dello squalificato Schiattarella gioca Barusso, uno dei migliori nel blitz di Torino. Nel ruolo di terzino sinistro Pieri vince il ballottaggio con Lambrughi. Nel Grosseto lunga la lista degli infortunati; Michele Serena deve rinunciare oltre ai lungodegenti Allegretti, Federici, Consonni e Caridi anche al difensore goleador Freddi e alla punta Papa Waigo. L’ex tecnico del Mantova si consola con il recupero di Sforzini. A far coppia con l’ex attaccante del Cluj c’è il giovane di scuola juventina Immobile con Alessandro trequartista. L’ex di turno Giallombardo parte dalla panchina.

PARTITA
– Si inizia e la gara è subito vibrante con le due squadre che si affrontano a viso aperto. La prima occasione arriva dopo 4', ed è per i padroni di casa. Dionisi si incunea bene nella difesa maremmana ma poi si decentra e non riesce a trovare la porta. L'azione si conclude con un tiro fuori bersaglio di Luci. Si gioca su ritmi elevati ma senza occasioni da gol, con il passare del tempo i padroni di casa prendono possesso del centro campo ma non riescono ad essere incisivi. Al 25' il Livorno protesta per un fallo di mano di Bruscagin su cross di Belingheri ma Baracani fa proseguire. La grande occasione arriva al 29', Dionisi soffia una palla all'ingenuo Rincon, dribbla anche il portiere ma il suo tiro viene respinto dal portiere del Grosseto in affannoso recupero. Sul tap in Iori non riesce a servire Belingheri e l'azione sfuma. Gli ospiti si vedono due minuti dopo, bel cross rasoterra di Crimi sul quale Sforzini e Immobile non riescono a intervenire per un soffio. Nell'ultimo quarto d'ora il taccuino rimane desolatamente vuoto, dopo 2' di recupero le due squadre vanno negli spogliatoi su uno scialbo nulla di fatto.

Nella ripresa la gara si apre, al 4' gli amaranto passano, è Belingheri con un incursione al centro dell'area grossetana ad infilare l'incolpevole Narciso. Bello il controllo dell'ex granata ben assistito da un lancio di Luci. Da rivedere la coppia centrale Petras – Rincon, nell'occasione apparsa non certo impenetrabile. All'11' il Grosseto rimane in 10 per l'espulsione di Alessandro per un brutto fallo su Miglionico. I maremmani accusano il colpo e 60” dopo ci prova Dionisi ma la sua conclusione è troppo centrale e Narciso para senza troppi problemi. Al 13' Serena smuove le acque,  Soncin rileva il  deludente Immobile. Pochi minuti dopo entra anche Alfageme, il Grosseto si sbilancia e gli amaranto insidiano Narciso due volte con Luci che però non inquadra la porta. La grande occasione arriva al 24', Dionisi è solo davanti a Narciso ma tergiversa troppo e si fa recuperare dalla difesa maremmana. Il Grosseto non riesce a mettere assieme una reazione apprezzabile, da registrare soltanto una conclusione di Vitiello a 7' dalla fine. Sembra tutto deciso e invece nel recupero ecco il rigore a favore del Grosseto, trasformato da Sforzini nonostante De Lucia tocchi la conclusione dell'ex attaccante del Cluj. Finisce con i tifosi del Grosseto in festa e quelli amaranto che maledicono i minuti di recupero..

CHIAVE
– Due sono gli episodi che decidono la gara, in primis la rete di Belingheri in avvio di ripresa e poi il rosso ad Alessandro pochi minuti dopo. Un cartellino che lascia in 10 il Grosseto, non è un caso che da quel momento in poi la partita si trasformi in un monologo amaranto. Fino al rigore di Sforzini che sigla il pareggio.

CHICCA
–  In una partita dai contenuti tecnici non certo indimenticabili spicca il gol di Belingheri; bravo il trequartista a controllare e poi a battere con un bel destro Narciso.

MOVIOLA
–  Da rivedere l'episodio al 25° della ripresa con Bruscagin che intercetta con la mano un cross di Belingheri; vero che il tocco è evidente, altrettanto che il maremmano sia vicinissimo al rivale. Episodio controverso, Baracani opta per l'involontarietà. Protesta anche il Grosseto per il rosso di Alessandro per fallo su Miglionico, provvedimento forse troppo severo. Netto invece il rigore a favore del Grosseto per un fallo di mani di Knezevic sulla conclusione di Sforzini

TATTICA – Novellino conferma il 4-3-1-2 con Belingheri in appoggio al duo Tavano – Dionisi. Stesso assetto anche nei maremmani, il duo offensivo è composto dal giovane di scuola juventina Immobile e Sforzini, già a segno tre volte nelle nove presenze con la nuova maglia.

PROMOSSI&BOCCIATI -
Nei padroni di casa Dionisi sembra Penelope, crea di giorno e disfa di notte. La punta amaranto gioca benissimo ma si divora almeno un paio di colossali occasioni. La palma del migliore tocca a Belingheri, decisivo nell'incursione che regala il gol del vantaggio. In difesa bene Bernardini e la coppia centrale Knezevic – Miglionico. A centrocampo Barusso sbaglia qualcosa di troppo. Nel Grosseto Alessandro merita l'insufficienza, e non solo per il rosso. Deludono anche Immobile, mai nel vivo del gioco e il greco Tachtsidis, non a caso entrambi sostituiti. Bene invece Crimi e Sforzini che in avanti fa reparto da solo.


Sullo stesso argomento