thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 23 aprile 2011
  • • 15.00
  • • Stadio Sant'Elia, Cagliari
  • Arbitro: D. Doveri
  • • Spettatori: 10000
1
FIN
2

Cagliari-Fiorentina 1-2: Da più contestato a eroe per un giorno, Cerci match-winner

Cagliari-Fiorentina 1-2: Da più contestato a eroe per un giorno, Cerci match-winner

Getty Images

La Fiorentina torna a vincere dopo quattro turni grazie ad una doppietta di Alessio Cerci. Di Cossu, al terzo goal stagionale, la rete del momentaneo pareggio dei sardi.

La Fiorentina espugna il campo del Cagliari e torna a fare bottino pieno dopo quattro turni di astinenza. Al Sant'Elia, i viola hanno trovato il vantaggio nel primo tempo con Alessio Cerci che, al 45', ha lasciato partire un bel sinistro dal limite sul quale nulla ha potuto Agazzi. In apertura di ripresa, dopo appena 30". il pareggio del Cagliari con Cossu, ma la gioia dei sardi è durata poco visto che ancora Cerci al 50' ha trovato il goal del definitivo 1-2, regalandosi una domenica da sogno dopo le tante critiche.

FORMAZIONE
- Donadoni schiera i rossoblu col  4-3-2-1 tipico delle ultime settimane, con Cossu e Lazzari in appoggio a Acquafresca. Perico prende il posto di Pisano infortunato (per lui stagione finita). I viola si schierano con Gilardino punta centrale, sostenuto da Cerci e Mutu.

PARTITA - Partita dalle due facce al Sant’Elia. Dopo i tanti sbadigli del primo tempo, conditi però col gol degli ospiti, le due squadre offrono nel secondo tempo emozioni su emozioni. Per gran parte della prima frazione di gioco, Cagliari e Fiorentina (reduci da due pareggi tutt’altro che simili) paiono ormai avere poco da chiedere a questo campionato, a parte puntare a quell’ottavo posto, che garantirebbe più soldi per il prossimo campionato. Perciò non si vedono nitide azioni da gol, salvo qualche tentativo da parte di Mutu e Montolivo per i viola. Lazzari e Cossu provano a trovare spiragli in profondità per Acquafresca, ma la difesa ospite è attenta a chiudere gli spazi, e un Biondini dai grandi polmoni dovrebbe cercare di raddrizzare la mira, ma si sa che sarebbe un’impresa tutt’altro che facile. Il gol che non ti aspetti arriva a 30 secondi dallo scadere del recupero, con Cerci che controlla in area un pallone servito da Mutu, si gira e col sinistro fa partire un tiro rasoterra non molto forte, che non lascia scampo a Agazzi. 1 a 0 e si va negli spogliatoi.

Neanche il tempo di riprendere il gioco, che un Cagliari ferito fa capire che non ci sta a perdere. Stavolta dopo 30 secondi dall’inizio è Cossu a mettere in mostra i suoi piedi vellutati e col sinistro disegnare un’esecuzione balistica perfetta, insaccando alla sinistra di Boruc: 1 a 1. Ma i rossoblu non vogliono fermarsi: un minuto dopo ci prova Acquafresca, con un tiro a girare che crea i brividi agli ospiti. I padroni di casa sembrano un’altra squadra rispetto al primo tempo. Ma dopo 4 minuti, il Sant’Elia viene di nuovo gelato: seconda occasione e secondo gol viola, ad opera di Cerci, che dopo un miracolo di Agazzi non perdona depositando in rete: i viola si riportano in vantaggio. Scatenato Cerci, che ancora poco dopo impegna severamente Agazzi, e partita che si fa sempre più bella. Boruc e Agazzi si fanno trovare pronti per negare il gol ai rispettivi avversari, e la Fiorentina riesce dunque a proteggere il vantaggio. I padroni di casa  provano il forcing finale, ma nè Acquafresca, che vede il suo tiro respinto da Boruc, nè Missiroli di testa, riescono a trovare la rete del pareggio. Cagliari dunque che viene scavalcato in classifica dalla Fiorentina, che conquista la terza vittoria stagionale in trasferta.

TATTICA - 4-2-3-1 per i padroni di casa, con il solito Acquafresca punta centrale. Gilardino guida l’attacco viola, con Mutu e Cerci a sostegno.

CHIAVE - Un centrocampo viola ben organizzato riesce nei momenti topici della gara ad addormentare la partita, e mettere in cassaforte il risultato. Per il Cagliari un Cossu che gioca col cuore non basta.

CHICCA - Anche quest’anno Andrea Cossu è riuscito segnare nella porta che si trova davanti alla curva nord, cuore della tifoseria rossoblu, gli ”Sconvolts”, ai quali è molto legato, tanto da avere tatuato nel polpaccio il loro simbolo. Peccato per lui non aver potuto festeggiare il gol con un risultato positivo.

MOVIOLA - Due episodi dubbi nel primo tempo, uno per parte. Gilardino viene trattenuto in area da Astori, ma per l’arbitro è tutto regolare. Il direttore di gara inoltre non rileva un rigore per il Cagliari: Biondini crossa in area, ma Donadel tocca abbastanza evidentemente la palla con il braccio.

PROMOSSI&BOCCIATI - Cossu (voto 6.5): fa impazzire la difesa viola, e firma una rete bellissima. Folletto imprendibile, non seguito a volte dai compagni nella dovuta maniera. Cerci (voto 7): grande protagonista del match. Con una doppietta  tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo decide il match, e sfiora il gol in altre circostanze. Efficace. Montolivo (voto 6.5): grande partita per il capitano viola, che guida alla grande il centrocampo, e regala sprazzi di alta classe.


Sullo stesso argomento