thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 23 gennaio 2011
  • • 15.00
  • • Stadio Comunale San Nicola, Bari
  • Arbitro: P. Mazzoleni
  • • Spettatori: 18000
0
FIN
2

Bari-Napoli 0-2: La premiata ditta Lavezzi-Cavani non tradisce MAI... per i Galletti la situazione è disperata

Bari-Napoli 0-2: La premiata ditta Lavezzi-Cavani non tradisce MAI... per i Galletti la situazione è disperata

Una magia del Pocho apre la strada alla vittoria dei partenopei.

Al San Nicola va in scena il Lavezzi-show. Un gran gol di tacco e un assist per Cavani lo score del Pocho, che guida i suoi alla sesta vittoria esterna. Il Napoli può quindi festeggiare il ritorno al secondo posto, a quota 40 punti, solo uno in meno del Milan, che attende stasera il Cesena. Resta inchiodato in ultima posizione il Bari, che ha pagato la totale mancanza di idee in fase offensiva.

FORMAZIONI – 4-4-2 d'ordinanza per Ventura; la novità è Andrea Masiello schierato esterno destro di centrocampo, Gazzi e Pulzetti sono i due interni, in avanti spazio al duo Kutuzov-Rudolf. Mazzarri si affida ai titolarissimi; l'unica eccezione è Zuniga, che sostituisce Dossena, non al meglio fisicamente.

PARTITA – Il primo tempo si gioca su ritmi piuttosto bassi, con il Bari che aspetta il Napoli nella propria metà campo. Gli azzurri si rendono pericolosi per la prima volta all'11' con Maggio, abile a superare sullo slancio il diretto avversario e a concludere, trovando però la pronta risposta di Gillet. Dopo una protesta di Lavezzi, che chiede il rigore per un intervento sospetto ai suoi danni da parte di Belmonte, gli uomini di Mazzarri vanno nuovamente vicini al gol alla mezzora, con una combinazione tra Hamsik e il Pocho, conclusa dal tiro dell'argentino, deviato sul fondo. E' il momento migliore degli ospiti, ancora insidiosi con Gargano, dopo una fuga personale del solito Lavezzi e Hamsik; il colpo di testa dello slovacco, a due metri dalla porta, finisce incredibilmente sul palo ma il guardalinee aveva ravvisato una posizione di offside dello stesso centrocampista. Prova e riprova, il Napoli passa al 38'; tocco corto di Gargano su punizione dal limite, tiro di Cavani e correzione vincente, col tacco, di Lavezzi. Una vera prodezza, quella dell'argentino, di gran lunga il più pungente dei suoi nei primi 45'.

La ripresa vede un Bari trasformato: Ventura inserisce Okaka e Almiron al posto di Kutuzov e Pulzetti ma la musica non cambierà. Un siluro di Rudolf al 62' resterà l'unico acuto dei padroni di casa. Mazzarri, pur non correndo troppi rischi, si copre con Yebda, che rileva Hamsik. I pugliesi decidono allora di facilitare il compito ai partenopei, con Parisi che si fa scioccamente espellere per doppia ammonizione, al minuto 67. Il colpo del ko, per la squadra ultima in classifica, arriva a tre minuti dal termine, con Cavani che finalizza da due passi un perfetto suggerimento di Lavezzi. Tutto troppo semplice, per questo Napoli sempre padrone della gara.

CHIAVE – Esame di maturità superato per i ragazzi di Mazzarri. La vittoria non è mai stata in discussione; non spettacolare il gioco ma è piaciuta la padronanza degli azzurri, sempre più consapevoli di poter recitare un ruolo di primo piano in un torneo di livello non certo irresistibile.

CHICCA – Il gol di tacco di Lavezzi. Con una magia, il Pocho porta in vantaggio la banda-Mazzarri, indirizzando in rete un diagonale di Cavani. Tecnica, freddezza e coordinazione: tutto in un unico gesto per l'attaccante sudamericano.

TATTICA – Il Napoli manovra e cerca, appena possibile, la profondità; il gioco viene smistato soprattutto a destra, complice la buona vena di Maggio. Convincente, poi, la gestione del vantaggio. Dal canto suo, il Bari non alza mai il ritmo; l'unico ad avere il cambio di passo è Alvarez, peraltro assai lunatico. Inoltre l'undici pugliese, quando attacca, lo fa con pochissimi uomini; praticamente nulli i pericoli portati alla porta di De Sanctis.

MOVIOLA – Al 27' Lavezzi viene spinto in area da Belmonte: il contatto non è plateale ma è evidente, Mazzoleni fa finta di nulla. Poteva starci il penalty. Nel secondo tempo viene espulso Parisi, che si becca il secondo giallo per una manata ai danni di Maggio: molto ingenuo l'esterno sinistro barese, inevitabile la sua cacciata.

PROMOSSI & BOCCIATI – Sugli scudi Lavezzi (voto 7.5), che inventa dal nulla il primo gol e serve Cavani per il secondo. Bene anche Pazienza (voto 6,5), il fattore d'equilibrio del centrocampo mazzarriano. Tra i galletti, si salva Belmonte (voto 6,5), bocciatura per Kutuzov (voto 5), sostituito dopo i primi 45'.



GOAL.COM E' SU
CLICCA QUI PER DIVENTARE FAN!

GOAL.COM E' SU
CLICCA QUI PER SEGUIRCI!

Sullo stesso argomento