thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 10 novembre 2010
  • • 20.45
  • • Stadio Marc'Antonio Bentegodi, Verona
  • Arbitro: A. Gervasoni
  • • Spettatori: 8822
0
FIN
0

Chievo-Bari 0-0: 'Mussi' e 'Galletti' non si fanno male, un punto per uno non fa male a nessuno...

Chievo-Bari 0-0: 'Mussi' e 'Galletti' non si fanno male, un punto per uno non fa male a nessuno...

Pareggio a reti bianche al 'Bentegodi'.

Un Bari sonnolento fa comunque meglio delle ultime 5 gare, guadagnando un punto dopo 5 sconfitte consecutive.

FORMAZIONI – I moduli di Chievo e Bari sono scolpiti nel marmo: 4-3-1-2 per i veneti, 4-4-2 per i galletti. Invariabili quindi gli assetti tattici delle due squadre, ma almeno nel Chievo cambiano gli uomini: Granoche e Sardo prendono il posto di Thereau e Frey. Nel Bari, Gazzi a centrocampo gioca a fianco di Donati, mentre in attacco ci sono Barreto e Kutuzov.

PARTITA – Un Bari pieno di infortunati parte all'attacco, ma con il freno a mano tirato, al punto che nonostante i primi venti minuti siano segnati dal dominio dei galletti, non si assiste ad un singolo tiro nello specchio, né ad una palla gol degna di nota. La causa di questa paradossale situazione sembra consistere nell'indolenza degli uomini di Ventura, i quali sentendosi perseguitati dalla sfortuna, faticano a trovare un po' di convinzione. L'unico a non risentire di questo clima, nel Bari, è Edgar Alvarez; tutte le azioni migliori del primo tempo dei galletti portano la sua firma. E' solo tramite le sue conclusioni (giunte al 24esimo ed al 44esimo, sempre dal vertice dell'area, e sempre in diagonale) ed i suoi assist (al 28esimo verso Kutuzov, ed al 31esimo all'indirizzo di Caputo) che il Bari riempie le statistiche all'intervallo. Diversamente, in casa Chievo, le palle gol arrivano senza che vengano nemmeno cercate: sempre su calcio piazzato i gialloblu fanno correre brividi lungo la schiena di Gillet, e di testa Cesar (al minuto 39) e Moscardelli (al 45') per poco non trovano la rete del vantaggio.

La scadente qualità del gioco del primo tempo ha portato comunque a qualche palla-gol, e proprio per questo motivo le due squadre, al rientro dagli spogliatoi, si dimostrano già sazie; quando poi nel Bari si spegne Alvarez, non si assiste più nemmeno a quelle incursioni laterali che avevano creato qualche grattacapo alla difesa clivense. Il Chievo potrebbe prendere campo, a quel punto, eppure i gialloblu non sembrano intenzionati a rischiare; anche perchè il Bari, pur non mantenendo più il possesso in maniera prolungata, riesce comunque a spaventare i veneti grazie alle due o tre triangolazioni ordite da Caputo e Barreto. Tanto basta perchè il timore di non fare punti prenda il sopravvento, nel Chievo. Già a mezz'ora dalla fine le squadre hanno la testa negli spogliatoi. E questo clima di assurda serenità colpisce anche il più volenteroso dei nuovi entrati, Marcolini, autore di una conclusione da fuori all'angolo basso che causa l'ultimo sussulto in questa blanda gara.

CHIAVE – La gara è condizionata in maniera irrimediabile dai tanti infortuni accumulati dal Bari, la squadra deputata a fare questa partita. Gli uomini di Pioli non hanno motivo di rischiare, quelli di Ventura non ne hanno il coraggio, ed è così che la partita non decolla mai.

CHICCA – Alvarez, in un ottimo stato di forma, movimenta una gara che altrimenti non avrebbe davvero nulla da dire.

MOVIOLA – Al 31esimo minuto, Alvarez riesce a mettere Caputo a tu per tu col portiere: l'azione viene interrotta fischiando un fuorigioco inesistente (almeno stando ai replay). Buona invece la chiamata dell'arbitro sull'ultima azione: Cesar e Parisi si scontrano nell'area barese, ma si tratta di un normale contrasto di gioco che non può portare ad un calcio di rigore.

TATTICA – Il Chievo funziona a livello collettivo, producendo gioco quasi per inerzia. Non si può dire lo stesso del Bari, la cui vitalità dipende completamente dalla vena dei singoli. I galletti perciò si stancano prima, lasciando infine il campo ai gialloblu.

PROMOSSI&BOCCIATI – Caputo (voto 6.5) si cala con coraggio nella gara, e mostra un'insospettabilmente buona alchimia con Barreto. Prestazione generosa anche per Granoche (voto 6). Si fano segnalare infine Rigoni (voto 6), bravo a mantenere in ordine il Chievo, e Marcolini (voto 6.5), capace di davvero per davvero una piccola scossa a questa gara. Insufficienti praticamente tutti gli altri protagonisti del match (Alvarez a parte, ovviamente), in particolare Constant (voto 4.5), capace di fallire anche le giocate più semplici. 


GOAL.COM E' SU
CLICCA QUI PER DIVENTARE FAN!

GOAL.COM E' SU
CLICCA QUI PER SEGUIRCI!

Sullo stesso argomento