thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 29 aprile 2014
  • • 20.45
  • • Allianz Arena, München
  • Arbitro: Pedro Proença
  • • Spettatori: 68000
0
FIN
4

Real Madrid vince col totale di 5 - 0

Cristiano Ronaldo Real Madrid Bayern Munich Champions League

Bayern Monaco-Real Madrid 0-4: Doppiette per Ramos e Ronaldo, Merengues in finale

Cristiano Ronaldo Real Madrid Bayern Munich Champions League

Getty Images Sport

Il Real Madrid rifila un poker al Bayern Monaco e vola a Lisbona per la finale di Champions League. Doppiette per Ramos e Ronaldo, che tocca quota 16.

Strapotere Real Madrid, impotenza Bayern Monaco. La squadra di Ancelotti umilia 4-0 il Bayern all’Allianz Arena e ritorna dopo 12 anni di assenza in finale di Champions, dove proverà a vincere la decima Coppa Campioni. L’ultima volta fu nella stagione 2001/2002, quando gli spagnoli vinsero la Coppa battendo in finale il Bayern Leverkusen. Per il Real Madrid arriva anche la rivincita di due stagioni fa, quando i tedeschi ebbero la meglio ai calci di rigore (poi sconfitta persa contro il Chelsea) al Bernabeu.

Ancelotti stravince la sfida con il suo avversario Guardiola, grazie ad un primo tempo spettacolare e dominato sotto tutti i punti di vista. Decidono la gara le doppiette di Sergio Ramos e di Ronaldo. Per il difensore, l’ultimo goal in Europa avvenne nella passata stagione, sempre nel ritorno di Champions (quella volta fu inutile contro il Borussia n.d.i), mentre Ronaldo brucia tutti i record, diventando con 16 reti il giocatore più prolifico in una stagione di Coppa. Unica nota negativa per il Real è il giallo pesantissimo a Xabi Alonso che, già diffidato, salterà la finalissima in programma il 24 maggio.

Ed ora il Real Madrid attende la vincente della sfida di domani fra Chelsea ed Atletico Madrid; potrebbe essere una finale tutta madrilena, oppure la sfida fra Ancelotti e Mourinho. Curiosità: al Bayern Monaco non porta “fortuna” l’arbitro portoghese Proença, visto che arriva la quarta sconfitta in altrettante gare, tutte all’Allianz Arena, fra cui la finale contro il Chelsea del 2012.

FORMAZIONI - Guardiola punta al 4-2-3-1 con Mandzukic unica punta, supportato dal trio Robber, Ribery e Muller, quest’ultimo preferito almeno inizialmente a Gotze. In mezzo al campo spazio a Kroos insieme a Schweinsteiger, mentre in difesa Lahm ed Alaba sono i due terzini, con Boateng e Dante coppia centrale. In porta il titolarissimo Neuer.

Sull’altra sponda Ancelotti risponde con un 4-3-3 offensivo. Davanti a Casillas ci sono Pepe e Ramos centrali, con Carvajal e Coentrao sulle fasce. La linea mediana è composta da Modric, Xabi Alonso e Di Maria, mentre in attacco spazio al trio fantasia Bale- Benzema-Ronaldo.

PRIMO TEMPO - Ritmi subito altissimi del Real, che inizia a metter paura al Bayern che appare timido. Al 9’ difesa tedesca altissima, Neuer interviene di testa per allontanare il pallone che finisce a Bale, il quale cerca il goal a porta vuota senza inquadrare lo specchio. Al 16’ blancos in vantaggio, meritatamente. Calcio d’angolo di Modric, Sergio Ramos schiaccia di testa e batte Neuer. Il goal subìto affonda un Bayern che non riesce a reagire e al 20’ addirittura subisce lo 0-2.

Sempre da calcio da fermo, Pepe sfiora la sfera trovando ancora una volta Sergio Ramos, che di testa batte ancora Neuer. Clamorosa doppietta per il difensore spagnolo. Il Bayern, sospinto dai tifosi, nonostante i quattro da segnare per ribaltare la qualificazione, si fa vedere solamente con Ribery, ma Casillas è praticamente inoperoso. Al 34’ arriva lo 0-3 che chiude di fatto il match: contropiede fulmineo di Bale che salta Boateng e serve Ronaldo, il quale con un preciso rasoterra trafigge l’incolpevole Neuer.

Nonostante il risultato al sicuro, al 38’ Xabi Alonso commette fallo su Schweinsteiger, beccandosi il giallo. Lo spagnolo era diffidato e quindi non scenderà in campo nella finalissima di Lisbona. Il Bayern è nervosissimo, Ribery e Mandzukic iniziano a perdere le staffe, ed i tedeschi rischiano di subire il poker con una grande conclusione da 40 metri di Ronaldo che sfiora il palo della porta lasciata vuota da Neur.

SECONDO TEMPO - La ripresa, che si gioca con i 71mila dell’Allianz che cantano ed incitano i loro beniamini nonostante il passivo pesante, registra il cuore dei padroni di casa, che provano a rendere la sconfitta più onorevole, mentre il Real controlla senza affanni. Prima ci prova Robben con una conclusione a giro dal limite che termina fuori di poco, poi è il turno di Ribery che chiama alla parata in due tempi Casillas. Più passa il tempo, più il Real si avvicina alla finale, rischiando di siglare la quarta rete con Coentrao, ma Neuer è bravissimo.

Ancelotti toglie Sergio Ramos, diffidato, per Varane, mentre Guardiola che non crede più nel miracolo, inserisce Gotze e Pizarro per Muller e Ribery. Lo stesso Gotze al 75’, semina il panico in area spagnola, ma poi spara alto. Nel finale, c’è tempo per vedere il 4 a 0 ad opera di Ronaldo, che con una punizione rasoterra dal limite, non lascia scampo a Neuer.

CHIAVE - Il primo tempo dominato dal Real Madrid sotto tutti i punti di vista. La squadra di Ancelotti schianta il Bayern nel giro di 30’ grazie alla doppietta di Ramos e alla quindicesima (nel finale arriva anche la sedicesima) perla di Ronaldo, tornando in finale dopo un’ assenza di dodici anni.

MOVIOLA - Rischia tantissimo Dante per l’intervento su Ronaldo. Proença estrae solamente il giallo, ma ci potevano stare anche gli estremi per il rosso. Corretta l’ammonizione, pesantissima, a Xabi Alonso, visto che era diffidato e salterà la finale. Nel complesso è più che sufficiente la prova del portoghese Proença, vera bestia nera del Bayern.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Sergio Ramos. Timbra subito il biglietto per Lisbona con una doppietta ad inizio match che spezza le gambe al Bayern Monaco. Prestazione impeccabile anche in difesa, dove alza un vero e proprio muro. Una serata che difficilmente scorderà.

IL PEGGIORE - Dante. Poco concentrato nelle marcature sui calci piazzati, soffre terribilmente la velocità degli attaccanti avversari. Sempre in ritardo in ogni anticipo.

Ami la Champions League? Allora amerai i grandi DVD in offerta sull'Official DVD Store di Goal - clicca qui per dare uno sguardo!

Sullo stesso argomento