thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 09 aprile 2014
  • • 20.45
  • • Allianz Arena, München
  • Arbitro: J. Eriksson
  • • Spettatori: 67300
3
FIN
1

Bayern Monaco vince col totale di 4 - 2

Arjen Robben firma il terzo goal contro il Manchester United

Bayern Monaco-Manchester United 3-1: Reazione bavarese, Guardiola vola in semifinale

Arjen Robben firma il terzo goal contro il Manchester United

Getty Images

Un gran goal di Evra porta in vantaggio il Manchester United nella ripresa, ma il Bayern Monaco reagisce immediatamente con Mandzukic e Muller. La rete di Robben chiude i conti.

Prima la paura…poi la gioia. Il Bayern Monaco domina nella prima frazione, anche se non crea chissà quali pericoli a De Gea, ad inizio ripresa va clamorosamente sotto con la rete di Evra, ma a quel punto la squadra di Guardiola alza il ritmo e nel giro di 17’ va a segno tre volte, volando per la terza volta consecutiva in semifinale di Champions. Mandzukic, Muller e Robben i marcatori del Bayern.

Continua la striscia negativa del Manchester United in casa del Bayern Monaco: la squadra inglese in cinque gare ha rimediato tre sconfitte e due pari. Curiosità: era la terza volta che le due squadre si affrontavano ai quarti, e per la terza volta il Bayern ottiene la qualificazione.

Se ci vogliamo sbilanciare, il Bayern quando ha battuto il Manchester è sempre arrivato in finale, dove una volta perse (nel 2010 con l’Inter) ed una volta esultò (lo scorso anno nel derby con il Borussia). Per Guardiola, piccolo record personale: quinta semifinale consecutiva da quando allena.

FORMAZIONI - Guardiola che deve fare a meno di Schweinsteiger e Martinez squalificati, più gli infortunati Alcantara, Badstuber, Shaqiri, Starke e Contento, opta per il 4-1-4-1 con Mandzukic supportato da Robben, Muller, Gotze e Ribery. Sull’altra sponda non sorride nemmeno Moyes, visto che non recupera né Van Persie né Fellaini e non può contare su Mata. Il tecnico scozzese opta per il 4-2-3-1 con Rooney terminale offensivo.

PRIMO TEMPO -  Padroni di casa che partono subito fortissimo e tengono il pallino del gioco, anche se la prima vera palla goal è di marca inglese. Minuto 8’, Rooney semina il panico in area avversaria, ma perde l’attimo giusto per calciare a rete, trovando l’opposizione della difesa bavarese.

Ma è un fuoco di paglia, perché il Bayern che fraseggia bene, al 14’ ci prova con Robben, che lascia partire un sinistro a giro sul secondo palo, con la sfera che termina di poco fuori. Al 17’ azione di contropiede del Manchester, che si vede annullare, giustamente, un goal a Valencia che aveva insaccato su assist di Rooney.

Il ritmo è il solito, ovvero con il Bayern che sfiora il 70% di possesso palla anche se non ha intenzione di alzare notevolmente il ritmo. Al 27’ è il turno di Ribery che calcia da fuori area, ma trova solo l’esterno della rete. Prima del riposo, ci provano sia Kroos che Robben, ma anche questa volta in entrambe le occasioni la mira non è delle migliori.

SECONDO TEMPO - Come nella prima frazione è sempre il Bayern a tenere palla, ma al minuto 57’ l’Allianz Arena viene gelato dal clamoroso ed inaspettato goal del Manchester. Cross dalla destra di Valencia, Evra calcia al volo dal limite trovando l’angolino alto, battendo Neur.

Ma i tedeschi, sotto di un goal, alzano immediatamente il ritmo e trovano il pareggio con Mandzukic due minuti dopo, che di testa anticipa Evra e batte De Gea. Il pubblico tedesco torna a sorridere, ma soprattutto la squadra di Guardiola al minuto 68’ si porta meritamente in vantaggio.

Azione travolgente di Robben che mette in mezzo all’area una palla rasoterra, dove arriva Muller che da sotto misura batte ancora De Gea. Il Manchester accusa il colpo e nonostante l’inserimento di Hernandez per Fletcher, al minuto 76’ Robben con un preciso rasoterra, deviato da un difensore inglese, chiude la pratica portando il punteggio sul 3 a 1. La gara si chiude qua, anche perché il Manchester non ha più la forza di reagire, mentre il Bayern rischia di dilagare con Pizarro nel finale, ma De Gea evita un passivo troppo pesante.

CHIAVE - Il goal subito dal Bayern, che di fatto, costringe i tedeschi al alzare il ritmo e a cambiare la storia del match. Ma è una “mazzata” per il Manchester, che viene rimontato e crolla nel giro di 17’ sotto i colpi di Manduzkic, Muller e Robben.

MOVIOLA -  Non benissimo lo svedese Eriksson, che a volte lascia giocare nonostante le entrate non proprio morbide delle due squadre. Giusto annullare il goal al Manchester al 17’ perché Valencia al momento del lancio di Rooney è più avanti di tutti.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Arjen Robben. Nel primo tempo è il più pericoloso dei suoi: cerca spesso l'accelerazione nell'uno contro uno ed arriva quasi sempre al tiro. Nella ripresa risulta decisivo con un perfetto assist per il 2-1 di Muller e con il goal che chiude definitivamente i conti.

IL PEGGIORE - Wayne Rooney. Gioca in condizioni non ottimali e si vede: sbaglia un goal clamoroso e non è incisivo come sempre. In mezzo ai due centrali del Bayern Monaco non la prende quasi mai.


Sullo stesso argomento