thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 08 aprile 2014
  • • 20.45
  • • Signal-Iduna-Park, Dortmund
  • Arbitro: D. Skomina
  • • Spettatori: 65829
2
FIN
0

Real Madrid vince col totale di 3 - 2

Marco Reus protagonista del match contro il Real Madrid

Borussia Dortmund-Real Madrid 2-0: Reus illude, Ancelotti va in semifinale

Marco Reus protagonista del match contro il Real Madrid

Bongarts

Il Borussia Dortmund riapre clamorosamente il discorso qualificazione con due reti di Reus nel primo tempo, ma nella ripresa il Real Madrid resiste e vola in semifinale.

Un Reus formato mondiale illude i tifosi di casa della possibilità di un’incredibile rimonta rilanciando le speranze qualificazione del Borussia Dortmund al termine del primo tempo. Nella ripresa il Real Madrid non trova il goal ma i tedeschi falliscono diverse occasioni per andare ai supplementari. Dopo tre minuti di recupero il match si chiude sul 2-0 per la squadra di Klopp ma in semifinale ci va il Real.

FORMAZIONI – Il mago Klopp affronta il ritorno dei quarti di Champions contro il Real in emergenza assoluta. Oltre ai lungodegenti Blaszczykowski e Gundogan il tecnico dei gialloneri deve rinunciare anche a Subotic, Bender e Schmelzer. A queste pesantissime assenze bisogna aggiungere anche quella di Kehl, squalificato. L’unica nota positiva è il ritorno di Lewandowski in avanti che sarà supportato da Grosskreutz, Mkhitaryan e Reus.

Ancelotti non si fida del Borussia nonostante il 3-0 dell’andata e schiera quasi la formazione tipo ad eccezione di Cristiano Ronaldo che parte dalla panchina. Al suo posto ci sarà Di Maria. L’argentino formerà il tridente offensivo con Benzema e Bale.

PRIMO TEMPO – I primi minuti sono estremamente tattici. Le due squadre si studiano molto. La prima svolta del match arriva al 15° minuto: cross di Coentrao e Piszczek colpisce in area con la mano. Per il direttore di gara Skomina non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Di Marìa si incarica del tiro dal dischetto ma Weidenfeller si supera lanciandosi alla sua sinistra a parare la conclusione dell’argentino, scivolato al momento della battuta a rete.

Poco dopo è il Borussia a fallire il vantaggio con Mkhitaryan che riceve uno splendido assist da Reus ma sciupa tutto mandando a lato. I padroni di casa iniziano a credere nella rimonta quando al 23' capitalizzano perfettamente un colpo di testa all’indietro di Pepe: Reus brucia tutti, salta Casillas e porta il Borussia in vantaggio.

Il Westfalenstadion diventa una bolgia al minuto 36, quando è ancora Reus ad andare a segno dopo un tiro di Lewandowski respinto dal palo. Dopo 45 la rimonta del Borussia è quasi riuscita.

SECONDO TEMPO – Anche in avvio di ripresa il gioco delle due formazioni è piuttosto compassato. Il Borussia sembra riposare in vista dell’assalto finale. Il Real cerca di approfittare dei minuti di rilassamento di Hummels e compagni soprattutto con Bale ma il gallese non riesce a concretizzare le sue azioni pericolose.

A partire dal 60' arriva l’assalto decisivo del Borussia che nel giro di 5 minuti confeziona tre palle gol nitide. Quella più clamorosa è la prima con Mkhitaryan che penetra nella difesa del Real, raccoglie il passaggio filtrante di Reus, supera Casillas in uscita ma fra lui e la gioia del gol del 3-0 c’è il palo.

Negli ultimi 20 minuti il ritmo cala e si vedono anche meno azioni da goal. Il Real riesce a gestire la rete di vantaggio nel doppio confronto e rischia pochissimo dopo aver visto lo spettro dei supplementari.

LA CHIAVE – Reus è stato di gran lunga il migliore in campo e non solo per i due goal. Suo l’assist per Mkhitaryan in occasione del palo della ripresa. Lui è l’anima di questo Borussia.

MOVIOLA – Uno dei momenti chiave è stato quello del rigore per il Real in apertura di gara. Il rigore per gli uomini di Ancelotti è sacrosanto. Nella ripresa l’arbitro Skomina è bravissimo a non assegnare il penalty al Borussia dopo una plateale simulazione di Reus. Per l’attaccante dei tedeschi arriva anche un cartellino giallo.

 

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Iker Casillas. Ha il grande merito di compiere un autentico miracolo nel momento decisivo del match: nella ripresa i suoi guantoni spediscono il Real alle semifinali.

IL PEGGIORE - Asier Illaramendi. Un fantasma in campo: totalmente fuori dal gioco del Real Madrid, sbaglia diversi appoggi facili a metà campo ed è assente anche in fase di interdizione.

 

Ami il grande calcio della Champions League? Allora amerai la grande offerta di DVD sullo store ufficiale di Goal - clicca e dai un'occhiata!

Sullo stesso argomento