thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 26 febbraio 2014
  • • 20.45
  • • Türk Telekom Stadyumu, İstanbul
  • Arbitro: Carlos Velasco Carballo
  • • Spettatori: 49194
1
FIN
1

Torres mette dentro l'1-0 a porta vuota

Galatasaray-Chelsea 1-1: Tra Mancio e Mou, è pari con Chedjou

Torres mette dentro l'1-0 a porta vuota

Getty

Il Galatasaray di Mancini impone il pari al Chelsea di Mourinho all'Ali Sami Yen, giocando una partita tutto cuore. Torres sblocca subito, poi i Blues calano e Chedjou pareggia.

Mourinho si culla troppo sul vantaggio di Torres ed alla fine paga con il meritato pari del Galatasaray, firmato Chedjou. Il Chelsea fa subito la voce grossa all'Ali Sami Yen, ma poi pensa più a difendersi che raddoppiare. Mancini capisce allora che può osare e grazie ad un grande secondo tempo, impone il pari a Mou. Tutto rimandato a Stamford Bridge.

FORMAZIONI
- Senza le restrizioni sugli stranieri, che impone il campionato turco, Mancini può scegliere liberamente gli uomini da schierare in campo. Il Galatasaray si schiera col classico 4-2-3-1: spazio dal 1' per il giovane terzino sinistro brasiliano Telles e per il trequartista bosniaco Hajrovic, nuovi arrivi dal calciomercato di gennaio.

Mourinho rispolvera Schurrle e lo schiera sulla linea dei trequartisti con Hazard e Willian. Torres preferito ad Eto'o come punto di riferimento centrale, Ramires torna in mediana al fianco di Lampard. Non c'è David Luiz dietro, il suo posto, al fianco di Terry, lo prende Gary Cahill, con Ivanovic terzino destro.

PRIMO TEMPO - La bolgia di quello che noi chiameremo sempre Ali Sami Yen avrebbe dovuto stordire il Chelsea, invece è il Galatasaray ad essere più confuso che persuaso. Il primo esempio lo dà Muslera, rinviando addosso a Willian, salvo poi rimediare salvando con un allungo di testa la propria porta. La conferma, la dà Eboue.

Il terzino ivoriano sbaglia in disimpegno e favorisce l'inserimento di Azpilicueta, che appena vede Muslera venirgli (inspiegabilmente) incontro, pensa bene di servire un assist facile facile a Torres, che appoggia a porta vuota il pallone che vale il vantaggio Chelsea dopo appena nove minuti.

Solo dopo aver preso il goal, il Galatasaray si sveglia. Mancini passa al 4-3-3 dando più equilibrio al centrocampo e riesce a guadagnare qualche metro. Il Chelsea, però, provvede a chiudersi per bene ed i turchi prendono la porta una sola volta, con il giovane Telles, che testa con un destro a giro i riflessi di Cech.

Prima dell'intervallo Yilmaz avrebbe anche firmato il pari con una splendida giocata, ma il furbo Terry aveva già provveduto a far bloccare l'azione dall'arbitro, per aver impedito al Gala di eseguire immediatamente una rimessa laterale. Un giallo in più per JT, un goal in meno per il Chelsea.

SECONDO TEMPO - Come ad inizio gara, il Galatasaray ha il vizio di regalare palloni nei primi minuti. Uno di questi finisce tra i piedi di Hazard, non un bel posto per il Gala. Il belga, infatti, verticalizza subito per Torres, che a tu per tu con Muslera, stavolta, si fa ipnotizzare.

Passata la paura, il Galatasaray decide che è il momento di gettare il cuore oltre l'ostacolo ed iniziare a sfruttare le palle inattive. Al primo corner Selcuk Inan prende clamorosamente il palo, al secondo Terry si perde Chedjou, che col piattone destro trafigge uno 'statuario' Cech e fa esplodere l'urlo dell'Ali Sami Yen.

Il sentimento di paura passa rapidamente al Chelsea, che inizia a fare possesso palla. Il Gala, però, è sulle ali dell'entusiamo. Il bravissimo Telles non si fa pregare a tirare, ma Cech vola e allunga sopra la traversa la conclusione potente del terzino brasiliano.

CHIAVE - Dopo il goal del vantaggio, il Chelsea abbassa troppo il baricentro. Nel primo tempo funziona, col Galatasaray che non riesce a creare nulla, ma nella ripresa la tattica difensivista di Mourinho si rivela antiproducente. La squadra di Mancini martella, fino a quando non trova il meritato pari.

MOVIOLA - L'arbitro Velasco gestisce bene il match, anche per quanto riguarda i cartellini. L'unico episodio più curioso che dubbio è quello riguardante il goal annullato (ma il gioco era già fermo) a Burak Yilmaz: l'invenzione dell'attaccante turco avviene dopo che Terry aveva ostacolato la rimessa del Galatasaray nascondendo il pallone. Per questa bravata JT si becca il giallo, ma salva la propria porta.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Felipe Melo. Solita partita cattiva del mediano ex Juve. Lui è l'essenza dell'incontrista, quindi brutto a vedersi ma efficacissimo. Chiedere a Mikel per conferme.

IL PEGGIORE - Schurrle. Sostituito, e non per uno sfizio, oggi il tedesco non ha dato un contributo decisivo.

Sullo stesso argomento