thumbnail Ciao,
Diretta Live

Champions League

  • 19 febbraio 2014
  • • 20.45
  • • Stadio Giuseppe Meazza, Milano
  • Arbitro: Pedro Proença
  • • Spettatori: 65890
0
FIN
1

Koke contro Rami: all'Atletico Madrid gara-1 degli ottavi

Milan-Atletico Madrid 0-1: Pali rossoneri, ma il goal è di Diego Costa

Koke contro Rami: all'Atletico Madrid gara-1 degli ottavi

Getty Images

Missione quarti complicatissima per il Milan: l'Atletico Madrid espugna San Siro con una rete nel finale. Balotelli e compagni sfortunati: pali di Kakà e Poli nel primo tempo.

Beffa tremenda per il Milan di Seedorf, che perde 1-0 in casa contro l’Atletico Madrid al termine di una gara in cui non ha meritato la sconfitta. Ora, fra tre settimane servirà un’impresa in terra spagnola, con i rossoneri che dovranno segnare due goal per volare ai quarti.

Il Milan è stato molto sfortunato specialmente nella prima frazione, con due legni presi e soprattutto con diverse palle-goal create, mentre l’Atletico ha badato specialmente al contropiede. Nel finale, dopo una ripresa non proprio divertente, Diego Costa ha trafitto Abbiati su un errore di Abate, per un goal pesantissimo.

Al Milan, come detto, servirà un'impresa, anche perché gli spagnoli hanno ottenuto finora in Champions 6 vittorie ed un solo pareggio. Come tre anni fa contro il Tottenham, un goal a San Siro nel finale ha di fatto “spento” i sogni di gloria del Milan.

FORMAZIONI - Seedorf, senza Montolivo e Muntari (squalificati), schiera De Jong ed Essien in mezzo al campo, mentre a supporto di Balotelli ci sono Poli, Kakà e Taarabt. In difesa De Sciglio ed Emanuelson sono i due terzini con Rami e Bonera centrali. Sull’altra sponda Simeone risponde con il solito 4-4-2 con Diego Costa pericolo numero uno, supportato da Garcia, mentre in mezzo al campo il faro è il giovane Koke.

PRIMO TEMPO - Dopo una sfuriata iniziale degli spagnoli, che cercano subito di arrivare dalle parti di Abbiati, la prima vera azione arriva al 15’ quando Kakà, con un perfetto tiro a giro dal limite, colpisce la traversa; decisiva la deviazione di un giocatore spagnolo che fa cambiare direzione alla palla.

San Siro spinge i propri beniamini e tre minuti dopo (18’) i rossoneri colpiscono il secondo legno: cross perfetto dalla destra di Taarabt, Poli salta di testa, ma è straordinario Courtois a toccare la sfera mandandola sul palo. Sono i rossoneri a fare la partita, anche se l’Atletico quando si fa vedere in avanti è pericoloso, come al 25’ quando Garcia di testa dall’interno dell’area trova Abbiati che blocca senza grandi affanni. Un minuto dopo Seedorf perde De Sciglio per una brutta entrata e al suo posto getta nella mischia Abate.

Alla mezzora grande azione iniziata da Taarabt che serve Balotelli, poi pallone all’indietro per Kakà che calcia di prima, con la sfera che termina di pochissimo sopra la traversa. Al 37’ proteste di Poli per un contatto in area che lascia qualche dubbio, ma Proença lascia correre. L’ultima emozione della prima frazione arriva al 43’ quando Balotelli calcia di destro a giro, ma la sfera termina fuori. Finisce senza reti il primo tempo, anche se ai punti il Milan avrebbe ampiamente vinto.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre subito con una semirovesciata (51’) di Diego Costa che però termina abbondantemente alta. Il Milan sembra essere più stanco rispetto alla prima frazione, anche se nel giro di due minuti (57’ e 59’) si fa vedere dalle parti di Courtois prima con Taarabt poi con Kakà.

Il match cala d’intensità, le due squadre non si sbilanciano più di tanto e dopo un colpo di testa di Essien (65’) che termina fuori, i due tecnici provano a cambiare nel finale. Simeone inserisce Rodriguez e Lopez per Turan e Garcia, mentre Seedorf deve rinunciare un po' forzatamente a Balotelli per un colpo alla spalla destra ed opta per Pazzini.

Nel finale di match, l’Atletico torna a farsi vedere in attacco e al minuto 83’ passa in vantaggio a sorpresa: Abate colpisce male di testa sugli sviluppi di un corner e Diego Costa, sempre di testa, dall’area piccola batte Abbiati. Il goal gela San Siro, anche se Rami subito dopo ci prova con una bordata su punizione che termina fuori di poco. Finisce 1 a 0 per l’Atletico che mette una seria ipoteca sul passaggio del turno.

CHIAVE - La sfortuna nel colpire i due legni e il goal di Diego Costa a sette minuti dal termine della partita hanno segnato la gara, con l'Atletico Madrid che di fatto ipoteca il passaggio ai quarti di finale.

MOVIOLA - Gli spagnoli si dimostrano fin da subito aggressivi. Manca un giallo a Godin nella prima frazione per una brutta entrata su Balotelli. Restano dubbi anche al 37’ quando Poli chiede un calcio di rigore dopo esser stato atterrato in area. Nella ripresa non ci sono particolari episodi. Nel complesso la prova di Proença è appena sufficiente.


Dalle pagelle

IL MIGLIORE - Diego Costa. Tramuta in oro una serata complicata: la sua rete vale mezza qualificazione. Con movimento, gioco fisico e progressioni, è sempre lui l'anima dell'Atletico.

IL PEGGIORE - Abate. Entra per De Sciglio, ma marca molto male: si perde sempre Diego Costa e lo aiuta a segnare andando malamente a disegnare un campanile di testa.

Sullo stesso argomento