thumbnail Ciao,
Diretta Live

Europa League

  • 29 agosto 2013
  • • 21.00
  • • Stadio Artemio Franchi, Firenze
  • Arbitro: I. Bebek
  • • Spettatori: 22227
0
FIN
1

Totale 2 - 2, Fiorentina vince per i goal in trasferta

Fiorentina-Grasshopper 0-1: Ben Khalifa spaventa il Franchi ma è la 'Viola' a staccare il pass per la fase a gironi

Fiorentina-Grasshopper 0-1: Ben Khalifa spaventa il Franchi ma è la 'Viola' a staccare il pass per la fase a gironi

Getty Images

Con molta sofferenza la squadra di Montella si qualifica alla fase a gironi dell'Europa League. A fare la differenza, infatti, è stata la gara dell'andata vinta dalla Viola per 2-1

Il Grasshopper vince la battaglia ma è la Fiorentina a festeggiare il passaggio alla fase a gironi di Europa League. La 'Viola', sotto di un goal alla fine del primo tempo firmato da Ben Khalifa, riesce a difendere il risultato maturato nella gara di andata portando così a casa la qualificazione non senza qualche brivido di troppo. Alla fine, però, ciò che conta è aver raggiunto l'obiettivo.

FORMAZIONI - Rispetto alla partita di campionato giocata qualche giorno fa contro il Catania, il tecnico della Fiorentina Montella apporta qualche modifica negli undici iniziali. In difesa Rodriguez viene affiancato da Savic e Tomovic mentre Mati Fernandez prende il posto di Aquilani. E' il nuovo arrivato Joaquin, e non Giuseppe Rossi, a supportare Mario Gomez in attacco.

Skibbe disegna un 4-2-3-1 per le 'Cavallette' con Vilotic e Grichting a comando della difesa ed Abrashi e Salatic come scudo sulla mediana. Il trio formato da Ben Khalifa, Toko e Gashi hanno il compito di innescare l'unica punta Ngamukol.

PRIMO TEMPO - Conscia del vantaggio maturato nella gara di andata, la Fiorentina inizia in sordina anche grazie all'organizzazione difensiva degli svizzeri che chiudono tutti i varchi. Il primo squillo è proprio ad opera del Grasshopper con Toko, il cui colpo di testa si spegne sul fondo.

La squadra di casa prova a reagire con Joaquin che si coordina molto bene sul cross di Pasqual ma la sua conclusione viene ribattuta da Pavlovic. Con il passare dei minuti la 'Viola' cresce sempre di più ed attacca pericolosamente l'area avversario ma sia Gomez che Mati Fernandez non riescono ad impensierire Burki.

L'occasione più ghiotta capita sui piedi di Cuadrado al centro dell'area di rigore ma il colombiano non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Quindi è il turno di Tomovic, il cui tiro schiacciato finisce comodamente tra i guantoni dell'estremo difensore delle 'Cavallette'.

Mario Gomez trova di testa la rete che sbloccherebbe il risultato ma l'arbitro Bebek annulla per posizione di off-side dello stesso attaccante. Quindi ecco l'errore grossolano che riapre il discorso qualificazione. Neto viene chiamato in causa da Pizarro ma al momento di rinviare passa la palla a Ben Khalifa che da due passi non perdona e porta la sua squadra in vantaggio.

SECONDO TEMPO - Montella non perde tempo ed inserisce Ilicic per cercare di recuperare subito il risultato. Il cambio sembra poter fruttare visto che la squadra viola si riversa nella metacampo avversaria.

Tuttavia la prima chance è per il Grasshopper con Ngamukol che converge dalla sinistra e lascia partire il destro trovando l'attenta opposizione di Neto. Borja Valero prova a dare una scossa ai suoi compagni con una concluosione dal limite dell'area di rigore che viene neutralizzata da Burki.

Il portierone delle 'Cavallette' si ripete qualche minuto più tardi sulla botta di Pizarro che viene bloccata in due tempi. Il Grasshopper tiene meglio il campo e proprio per questo il tecnico Skibbe gioca la carta Hajrovic. Il bomber si rende subito pericoloso con un mancino velenoso che sorvola di poco la traversa prima di spegnersi a fondo campo.

La squadra di Skibbe si riversa totalmente nella trequarti gigliata per trovare la rete della qualificazione ma la Fiorentina, stringendo i denti, non molla fino alla fine. Il triplice fischio dell'arbitro mette fine alla gara e permette al pubblico del Franchi di tirare un enorme sospiro di sollievo.

CHIAVE - Il risultato dell'andata ha permesso ai padroni di casa di gestire le proprie forze nonostante la miglior forma di cui godeva il Grasshopper. Senza la vittoria della gara di Zurigo con ogni probabilità la Fiorentina avrebbe salutato l'Europa League.

MOVIOLA - Gara maschia ma tuttosommato corretta tra le due compagini. L'arbitro Bebek l'ha amministrata senza grosse difficoltè ma è da rivedere l'ammonizione rifilata a Pasqual per proteste in occasione del fallo sanzionato con cartellino a Salatica.

Dalle Pagelle:

MIGLIORE - BEN KHALIFA: Ha il merito di segnare il goal che riapre il discorso qualificazione. Per il resto tanto movimento.

PEGGIORE - NETO: Se la Fiorentina rischia grosso è soprattutto per demerito suo che regala letteralmente il goal del vantaggio a Ben Khalifa con un rilancio maldestro.

Sullo stesso argomento