Svezia-Italia 1-0: Solna amara per gli azzurri, primo round svedese
Un tiro di Johansson deviato da De Rossi complica il playoff dell'Italia, che perde in Svezia con una brutta prestazione. A Milano servirà l'impresa.

L'Italia cade a Solna nell'andata del playoff per Russia 2018, e soccombe per 1-0 alla Svezia. Decide un goal rocambolesco di Johansson nella ripresa. Gli azzurri per qualificarsi ai Mondiali saranno ora chiamati all'impresa a San Siro nella sfida di ritorno in programma lunedì.

Ventura si affida al collaudato 3-5-2. In difesa si affida all'esperienza della 'BBC', con Barzagli, Bonucci e Chiellini davanti a capitan Buffon. A centrocampo sulle fasce agiscono Candreva a destra e Darmian a sinistra, con Parolo, De Rossi e Verratti in mezzo. Davanti con Immobile, considerato l'infortunio di Zaza, gioca Belotti. Il Ct svedese Andersson risponde con un 4-4-2: in mediana sorpresa Ekdal, con Claesson e Forsberg esterni. Davanti tandem composto da Toivonen e Berg.

Gli scandinavi partono con grande determinazione e costringono gli azzurri sulla difensiva. Subito Toivonen colpisce Bonucci al naso con una gomitata, con l'arbitro che si limita ad ammonire Berg per proteste. L'Italia risponde e va vicina al goal in una delle rare ripartenze della prima frazione: Darmian sfonda sulla sinistra e dalla riga di fondo mette un bel pallone in mezzo all'area, dove Belotti ruba il tempo a Granqvist e di testa mette a lato di un soffio.

Ma è un fuoco di paglia perché è la Svezia a premere maggiormente, grazie al pressing molto alto: Toivonen mette di poco a lato con il destro da fuori area, poi è Forsberg a provare il tiro a giro che finisce alto sulla traversa. Gli azzurri soffrono e stringono i denti, con Verratti che diffidato si fa ammonire per un fallo di frustrazione e salterà la gara di ritorno. Al 37' è provvidenziale Buffon, che in uscita anticipa Berg e Toivonen.

Nel 2° tempo gli azzurri partono con un diverso atteggiamento e la Svezia è costretta a difendersi. Candreva entra nel vivo del gioco e con una sventola da fuori area costringe Olsen alla deviazione in corner. Gli scandinavi interpreta una partita maschia e gli azzurri reclamano per un gomito largo di Toivonen su Bonucci, una spinta evidente su Chiellini e ancora un gomito largo di Berg su De Rossi, ma l'arbitro Cakir non prende provvedimenti. 

In un buon momento per l'Italia, la Svezia passa a condurre nel modo più rocambolesco, con un tiro di Johansson dal limite deviato in porta da De Rossi. Ventura si gioca le carte Eder e Insigne, ma le speranze degli azzurri si spengono sul palo pieno colpito da Darmian a Olsen battuto.

I GOAL

61' JOHANSSON 1-0 -  Su rimessa laterale di Granqvist dalla destra, la palla giunge a centro area, dove Toivonen la spizza di testa all'indietro. Il nuovo entrato Johansson calcia a rete di prima intenzione dal limite dell'area e trova la deviazione sfortunata di De Rossi, che manda il pallone alle spalle di Buffon.

I MIGLIORI

SVEZIA: FORSBERG

Nel primo tempo è il giocatore che fa intravedere le migliori cose sotto il profilo tecnico per la Svezia. Cala notevolmente nella ripresa, quando sono più gli azzurri ad attaccare.

ITALIA: CHIELLINI

Mette tutta la sua esperienza al servizio della squadra e dà un contributo significativo alla difesa. Non ha responsabilità sul goal di Johansson.

I PEGGIORI

SVEZIA: TOIVONEN

Si fa notare più per i contatti al limite del regolamento con i difensori azzurri, in particolare con Bonucci, che per la sua pericolosità in attacco. Con un colpo di testa fornisce l'assist per il goal di Johansson, ma per il resto si vede davvero poco sotto porta.

ITALIA: VERRATTI

Il giocatore del PSG dovrebbe illuminare il centrocampo con le sue giocate ma incappa in una nuova serata no in azzurro: tanti errori e molto nervosismo, come in occasione del fallo da dietro punito dall'arbitro con un cartellino giallo che gli costa la squalifica per la partita di ritorno.

Commenti ()