SPAL-Sampdoria 3-1: I biancazzurri festeggiano la salvezza
La SPAL supera per 3-1 la Sampdoria e festeggia la permanenza in Serie A. Al Mazza decidono le reti di Antenucci (doppietta) e Grassi.

Servivano i tre punti alla SPAL per garantirsi la salvezza senza avere il bisogno di aspettare risultati positivi dagli altri campi ed i tre punti sono arrivati al termine di una partita che a Ferrara ricorderanno per molto tempo. La compagine allenata da Leonardo Semplici, riesce ad imporsi per 3-1 contro la Sampdoria e raggiunge quindi quello che era il suo straordinario obiettivo stagionale all’ultima giornata di un torneo vissuto tutto d’un fiato.

Partita fin da subito in discesa per la SPAL, quella che si è disputata in un Paolo Mazza gremito e pronto a spingere per 90’ i suoi beniamini. Pronti-via, gli estensi hanno trovato con Antenucci il goal che è valso il primo sospiro di sollievo e da quel momento la domenica è diventata di quelle da incorniciare. La Sampdoria ha cercato di non vestire il ruolo di semplice comparsa anzi, dopo lo svantaggio ha iniziato a premere sull’acceleratore, ma alla fine si è dovuta arrendere alle maggiori motivazioni dell’avversario

La squadra di Giampaolo ha costretto per alcuni tratti del primo tempo la SPAL ad arretrare il proprio baricentro, facendo valere il buon tasso tecnico del suo centrocampo, la spinta propulsiva dei blucerchiati è venuta però meno verso la mezz’ora quando Caprari, già ammonito, ha lasciato la sua squadra in inferiorità numerica. Da questo punto in poi è stato quasi esclusivamente un assolo spallino.

Nella ripresa alla SPAL bastano pochi minuti per chiudere la pratica. I ragazzi di Semplici trovano nel giro di un paio di minuti l’uno-due che di fatto dà inizio alla festa e il goal di Kownacki con il quale la Samp accorcia le distanze non è di quelli che posso mettere i brividi ad un Mazza già proiettato sul post-gara. La SPAL quindi raggiunge una salvezza che ad inizio stagione non era affatto scontata e lo fa in maniera meritata, la Sampdoria, pur sconfitta, chiude un’annata che l’ha vista buona protagonista del campionato.

I GOAL

4' ANTENUCCI 1-0  - Calcio di rigore assegnato da Di Bello per fallo di mano di Caprari su tiro di Viviani: sul dischetto si presenta Antenucci che batte Belec con una conclusione angolata alla destra del portiere.

50' GRASSI 2-0 - Cross di Viviani dalla destra, sul secondo palo spunta Grassi che, tutto solo, da distanza ravvicinata insacca senza problemi di testa.

52' ANTENUCCI 3-0 - Altra intuizione di Viviani che pesca alla perfezione Antenucci, l’attaccante della SPAL penetra in area, salta un avversario, e fulmina Belec con una precisa conclusione di destro.

61' KOWNACKI 3-1 - L’attaccante polacco riceve palla da Capezzi e con un gran destro al volo non lascia scampo a Gomis.

I MIGLIORI

SPAL: ANTENUCCI

Non poteva non esserci la sua firma su una partita a suo modo storica. Il capitano della SPAL realizza una splendida doppietta, un premio meritato per chiudere al meglio una stagione di ottimo livello.

SAMPDORIA: KOWNACKI

E’ il più attivo tra i giocatori della Sampdoria. Prova a rendersi pericoloso già nel primo tempo e nella ripresa trova un gran goal.

I PEGGIORI

SPAL: MATTIELLO

Non una prova insufficiente, ma non spinge moltissimo sull’out di sinistra. 

SAMPDORIA: CAPRARI

La sua partita dura appena 33’. Ammonito dopo appena 2’ per il fallo di mano che ha portato al rigore trasformato da Antenucci, poco dopo la mezz’ora si guadagna un altro giallo per un pestone ai danni di Felipe. Non un bel modo per chiudere la stagione.

Commenti ()