Sampdoria-Juventus 3-2: Volano i blucerchiati, bianconeri in campo tardi
Zapata, Torreira e Ferrari fanno volare la Sampdoria: Juventus impacciata, in goal solo nel finale.

Quando si affrontano due squadre in salute, solitamente, lo spettacolo può diventare protagonista. Intendiamoci, non che al Luigi Ferraris sia andato in scena qualcosa di epico, ma entrambe le compagini – con due piani gara differenti – hanno creato un match non banale, sfociato con grande merito nel binario blucerchiato.

I padroni di casa si sono difesi con ordine, proponendo ripartenze letali. Gli ospiti, invece, hanno proposto trame intriganti nella prima frazione di gara, crollando drasticamente e inspiegabilmente nella ripresa.

Higuain, Cuadrado e Khedira in prima linea a cercare il vantaggio per la Juventus. Sampdoria potenzialmente pericolosa con l'ex di giornata, Quagliarella. Nella seconda parte, sfruttando una leggerezza globale dei torinesi, la sblocca Zapata. E, poco dopo, è Szczesny a superarsi sul bomber blucerchiato.

Ma per i campioni d'Italia è notte fonda e, grazie a Torreira e Ferrari, il delirio diventa di chiaro stampo doriano. Inutile il rigore trasformato da Higuain; inutile l'ottima giocata targata Dybala. Insomma, Madama si è svegliata troppo tardi.

I GOAL

52' ZAPATA 1-0 - Il vantaggio blucerchiato nasce da tre errori individuali bianconeri: disimpegno errato di Asamoah; campanile grossolano di Bernardeschi; marcatura leggera di Lichtsteiner. L'attaccante colombiano, di testa, trafigge Szczesny.

71' TORREIRA 2-0 - Il regista uruguaiano, con un destro potente e preciso, la infila lì dove l'estremo difensore non può arrivare mai nella vita.

79' FERRARI 3-0 - Il centrale doriano, approfittando di una dormita di Khedira, gonfia agevolmente la porta con un tocco sotto porta.

91' HIGUAIN 3-1 - Il Pipita, in piena fiducia in termini di gioie personali, si impossessa della sfera e trasforma dal dischetto.

94' DYBALA 3-2 - La Joya, palesando un'enorme classe, punisce Viviano sul suo palo con un colpo da biliardo.

I MIGLIORI

SAMPDORIA: TORREIRA

Uno così, senza giri di parole, sarebbe da acquistare immediatamente. In mezzo al campo, munito di grande fosforo, delizia l'intero Luigi Ferraris. E trova anche una rete sontuosa. Merce rara.

JUVENTUS: HIGUAIN

Sì, è vero, il Pipita gestisce malamente un contropiede che, ben orchestrato, avrebbe potuto portare i compagni di squadra all'1-1. Perlomeno, però, ci prova. E segna (di nuovo).

I PEGGIORI

SAMPDORIA: BERESZYNSKI

Rispetto ai suoi compagni, soprattutto in termini di qualità, fatica a tenere il passo. Parlare di serata negativa, valutando l'esito finale, sarebbe eccessivo. Può, tuttavia, fare meglio.

JUVENTUS: ASAMOAH

Il jolly ghanese dà vita al primo lampo blucerchiato e, con il trascorrere dei minuti, perde fiducia. Dalle sue parti, specialmente nei secondi 45', i doriani sfondano con facilità.

Commenti ()