Milan-SPAL 2-0: Rossoneri di rigore, a segno Rodriguez e Kessiè
Basta un calcio di rigore per tempo al Milan (a segno Rodriguez e Kessiè) per avere la meglio sulla SPAL e salire a 12 punti in classifica.

Seconda vittoria consecutiva in campionato per il Milan, che batte 2-0 la Spal a San Siro. I rossoneri aprono le marcature nel primo tempo con Ricardo Rodriguez su rigore e chiudono la pratica nella ripresa con la rete di Kessié, sempre dagli undici metri.

Prima da titolare in Serie A per Andre Silva, che affianca Kalinic. Tra gli ospiti in campo dall’inizio due ex, Paloschi e Salamon, mentre Borriello parte dalla panchina. Dopo una prima fase di studio sale di colpi il Milan che al 26’ sblocca il risultato su rigore con Rodriguez (penalty procurato da Kalinic, lesto nell’anticipare Gomis). Primo goal in Serie A per il terzino svizzero, secondo in rossonero dopo quello realizzato nei preliminari di Europa League contro il Craiova. Primo tempo di netta supremazia territoriale per la squadra di Montella, chiuso con il 64% di possesso palla e ben 13 conclusioni totali.

Non cambia lo spartito nella ripresa, con il Diavolo in controllo e la squadra di Semplici che si affida al contropiede. E al quarto d’ora il Milan raddoppia: altro calcio di rigore, stavolta conquistato e trasformato da Kessié. Montella decide allora di gestire le energie dei suoi col bilancino, inserendo Suso, Bonaventura e Locatelli al posto di Kalinic, Calhanoglu e Biglia. Semplici prova ad affidarsi all’esperienza di Borriello, ma senza riuscire a creare grattacapi all’attenta difesa rossonera.

Prosegue così la striscia di imbattibilità casalinga di Bonucci e compagni, alla quinta vittoria stagionale in altrettante partite tra campionato ed Europa League.

I GOAL

26’ 1-0 RODRIGUEZ – Lo svizzero con freddezza trasforma il calcio di rigore conquistato da Kalinic.

61’ 2-0 KESSIE’ – Altro calcio di rigore, l’ivoriano di piatto destro spiazza Gomis.

I MIGLIORI

MILAN: KESSIE’

Uomo-ovunque dei rossoneri, corre, lotta e si affaccia con costanza verso l’area spallina: conquista e trasforma il rigore del 2-0.

SPAL: VIVIANI

Prova a mettere ordine a centrocampo, chiude il match con il maggior numero di palloni recuperati tra i biancazzurri (7).

I PEGGIORI

MILAN: CALHANOGLU

L'articolo prosegue qui sotto

Prestazione sufficiente ma senza grandi lampi per il trequartista turco. Esce comunque tra gli applausi di San Siro.

SPAL: PALOSCHI

Preferito inizialmente a Borriello, viene sostituto dopo 62’ minuti di anonimato: ingabbiato dalla difesa rossonera.

Commenti ()