Juventus-Torino 2-0: Mandzukic-Costa, bianconeri in semifinale
La Juventus sbriga la pratica Torino senza troppi patemi, grazie ai goal di Douglas Costa e Mandzukic. I bianconeri sono in semifinale di Coppa Italia

Massimiliano Allegri, rendendo semplice un esercizio piuttosto complicato, ha cambiato la storia recente della Juventus in Coppa Italia. Prima dell'approdo del tecnico livornese sulla panchina bianconera, infatti, i torinesi avevano conquistato nove successi in questa manifestazione. L'ultimo nel 1994-95 in piena era Marcello Lippi. Dopodiché, il buio per vent'anni. C'è voluto lo sbarco di Max sotto la Mole per ristabilire il feeling con una competizione che, spesso e volentieri, viene inspiegabilmente snobbata. Non però dal 50enne allenatore toscano, che ha già avuto modo di vincerla per tre volte di fila alla guida della Vecchia Signora.

Nel mirino un poker che avrebbe del clamoroso. Già, perché archiviando agevolmente la pratica Torino, i campioni d'Italia si sono imposti nel derby, ottenendo il passaggio in semifinale dove incontreranno l'Atalanta. I granata, decimati dagli infortuni, racimolano un'altra sconfitta nella stracittadina sabauda. I numeri, d'altro canto, non hanno bisogno di spiegazioni: un solo successo – 26 aprile 2015 – negli ultimi 22 anni contro Madama.

Sturaro, in versione terzino destro, per poco non regala il vantaggio ai granata: buco del sanremese e, da posizione favorevole, Berenguer spreca malamente. Neanche il tempo di spaventarsi che per la Juventus è aria di vantaggio – composto da un errore in disimpegno degli ospiti – ottimizzato dalla classe di Douglas Costa. Il Toro, si sa, fa del carattere il proprio credo calcistico. E, per poco, Niang non trova il pareggio sfruttando un'indecisione di Rugani. Conclusione, quella del centravanti senegalese, che colpisce il palo lontano e grazia Szczesny. Nella ripresa il copione rimane il medesimo, con i padroni di casa a fare la partita e i granata di rimessa. Mandzukic, con l'ausilio del VAR, chiude a tripla mandata la gara. Mihajlovic, contrariato dalla decisione dell'arbitro, non le manda a dire e rimedia l'ennesimo allontanamento.

I GOAL

16' DOUGLAS COSTA 1-0 - Azione sporca con tanto di rimpallo finale che premia il sinistro del 27enne esterno brasiliano. Nel dettaglio, però, decisamente male Baselli in uscita.

67' MANDZUKIC 2-0 - Khedira ruba palla ad Acquah, la sfera finisce a Dybala che allarga il gioco e – complice un tocco sfortunato di Baselli – l'ariete croato trova facilmente il lampo vincente.

I MIGLIORI

JUVENTUS: DOUGLAS  COSTA

Una rete, tante giocate sopraffine a scaldare il pubblico dell'Allianz Stadium. Con lui i raddoppi di marcatura non funzionano. Anzi, lo esaltano. Ha iniziato a comprendere usi e costumi italiani. Provate a fermarlo.

TORINO: MILINKOVIC-SAVIC

Dimostra, nuovamente, di essere un portiere interessante. Rende il parziale meno corposo e, essendo un classe '97, si avvia a fare la voce grossa. Il futuro è dalla sua.

I PEGGIORI

JUVENTUS: STURARO

In versione terzino destro, nonostante la buona volontà, continua a non convincere. Per poco non regala a Berenguer il vantaggio ospite. In fase propositiva non ha i tempi e, probabilmente, mai li avrà.

TORINO: MOLINARO 

Serataccia per uno degli ex dell'incontro. Douglas Costa è di un altro pianeta. E lo si comprende candidamente. Eccome.

Commenti ()