Juventus-Crotone 3-0: Mandzukic la sblocca, Benatia la chiude
Dopo aver concluso il primo tempo sullo 0-0 la Juventus ha battuto per 3-0 il Crotone: a segno Mandzukic, De Sciglio e Benatia.

Il Napoli viaggia a gonfie vele, l'Inter non molla un colpo. Ecco, dunque, la Juventus ad ottenere l'intero bottino contro il Crotone . Un primo tempo costituito da una manovra lenta, elementare e sterile. Nella ripresa, invece, tutt'altra squadra. I bianconeri, chiamati ad affrontare nei prossimi giorni un trittico imponente, trovano nel 3-4-2-1 un alleato. E, probabilmente, anche il nuovo sistema di gioco base.

I rossoblù, consci dei propri limiti, si presentano all'Allianz Stadium facendo leva unicamente sulla fase difensiva. Pallino del gioco casalingo. Nei primi 45', senza premere sull'acceleratore, la truppa juventina sfiora il vantaggio con Matuidi, Alex Sandro e Mandzukic. Mentre i calabresi, dalle parte di Buffon, non si fanno mai vedere. Nella seconda parte della gara, allargando maggiormente il gioco, Madama sfonda. E lo fa ripetutamente. Prima con Mandzukic, a suo agio nel ruolo in cui ha giganteggiato tra Croazia e Germania.

Successivamente grazie a De Sciglio e Benatia. Per gli Squali, improvvisamente, la strada diventa tutta in salita. E, in parole povere, la partita giunge al capolinea. Nota positiva per Allegri: con Barcellona e Crotone il suo pacchetto arretrato non ha subito reti. La difesa a tre può diventare molto più di un'opzione. Garantisce la (fu) BBC.

I GOAL

52' MANDZUKIC 1-0 - Cross dalla destra di Barzagli e, libero da qualsiasi marcatura, il centravanti croato di testa trafigge agevolmente Cordaz.

60' DE SCIGLIO 2-0 - Su respinta corta di Pavlovic, il subentrato terzino lombardo trova di destro una fucilata d'altri tempi. Prima rete in Serie A; prima gioia alla corte della Signora.

71' BENATIA 3-0 - Pjanic a creare sulla fascia destra, il centrale marocchino a trovare un sussulto personale piuttosto facile. Dopo l'ottima prova proposta con il Barcellona, l'ex Bayern rimedia un altro voto alto in pagella.

I MIGLIORI

JUVENTUS: BENATIA

Il numero 4 della Signora, forte di una netta crescita psicofisica, convince. Davanti e dietro. Per lui anche un goal (che non fa mai male). Anzi.

CROTONE: CORDAZ

I salvataggi proposti dal portiere veneto rendono il parziale meno corposo. Incolpevole sui lampi bianconeri.

I PEGGIORI 

JUVENTUS: LICHTSTEINER

L'esperto terzino elvetico, chiamato a fare solamente la fase offensiva, non trova mai la superiorità numerica. Sostituito da De Sciglio. Un cambio che dà ragione ad Allegri.

CROTONE: AJETI

Fatica – eufemismo – a contenere Mandzukic. Dal punto di vista della posizione, inoltre, ne combina di tutti i colori. Serataccia.

Commenti ()