Inter-Atalanta 2-0: Icardi ci mette la testa, nerazzurri a -2 dalla vetta
Una doppietta di Icardi ad inizio ripresa permette all'Inter di piegare l'Atalanta e di portarsi al secondon posto, a soli 2 punti dal Napoli.

Ancora Icardi, ancora 3 punti per l’Inter. Al capitano nerazzurro bastano 10 minuti per prendersi la scena con due colpi di testa da vero centravanti e trascinare l’Inter al secondo posto in classifica, a -2 dal Napoli e a +2 sulla Juventus.

La squadra di Spalletti, attenta e ordinata, raccoglie l’intera posta in palio sfruttando la vena realizzativa del suo uomo migliore, giunto già a quota 13 reti in campionato, soltanto due in meno rispetto al capocannoniere Immobile.

L’Atalanta, invece, scesa in campo a San Siro con  un atteggiamento forse un po’ troppo rinunciatario, con Gomez “falso nove” e Petagna in panchina, costruisce poco o nulla e quando lo fa, come con Hateboer  nel primo tempo e con Petagna nella ripresa, trova sulla sua strada un Handanovic sempre attento.

Spalletti, che ha confermato per 10/11 lo schieramento visto nelle ultime cinque gare di campionato, ha dato fiducia sin dall’inizio a Santon, al suo debutto stagionale dal primo minuto. Applausi al momento della sostituzione per Candreva , autore dell’assist per l’1-0, proprio nello stadio che meno di una settimana fa gli aveva consegnato una pesante delusione e tanti fischi.

Oggi, invece, per Candreva, Icardi e l' Inter tutta, ancora imbattuta  in campionato , è un'altra serata di festa.

I GOAL

51’ ICARDI 1-0 – D’Ambrosio si procura  un calcio di punizione, una sorta di corner corto che Candeva pennella sulla testa di Icardi, bravo a liberarsi della marcatura e a battere di testa  Berisha.

60’ ICARDI 2-0 – Cross tagliato da destra di D’Ambrosio, Icardi anticipa tutti e gira di testa alle spalle di Berisha.

I MIGLIORI

INTER: ICARDI

Semplicemente decisivo. Ancora una volta, seppur più lasciato a se stesso che  in altre circostanze, prende per mano l’Inter e decide il match con una doppietta da bomber vero.

ATALANTA: DE ROON

Ultimo a mollare, vince sistematicamente i duelli con gli avversari interisti. Per larghi tratti di gara è il dominatore di centrocampo.

I PEGGIORI

INTER: BORJA VALERO

Ancora una volta appare lento e impacciato: prova a compensare col senso della posizione ma non sempre è sufficiente.

ATALANTA: KURTIC

Inesistente, gioca pochissimi palloni e senza mai tentare a mettere davvero in difficoltà gli avversari.

Commenti ()