Verona-Sampdoria 0-0: Blucerchiati spenti, Pecchia senza vittorie
Nicolas e Puggioni vincono la sfida contro i due attacchi, a dir la verità un po' spuntati. Verona e Sampdoria portano a casa un punto a testa.

Verona e Sampdoria non si fanno male, dando vita ad un pareggio che soddisfa un po' soltanto la squadra di Giampaolo, mentre Pecchia era chiamato a muovere in modo sostanzioso la classifica. Qualche segnale positivo arriva per l'Hellas, dall'esordio di Caracciolo e dalle giocate di Bessa, ma è troppo poco per gioire. Mentre per la Sampdoria forse un passo indietro rispetto alle ultime uscite, ma un punto comunque utile per continuare a camminare a piccoli passi.

Lucas Torreira Mattia Valoti Verona Sampdoria Serie A

Pecchia si presenta a questa sfida decisiva con due sorprese di formazione: Caracciolo e Bearzotti, entrambi all'esordio in Serie A. La Sampdoria invece riporta solo qualche cambio rispetto alla gara contro il Torino: ci sono Linetty, Alvarez e Caprari. La partita comincia sotto il segno di un indiavolato Verona, che vuole trasformare in applausi i mugugni del pubblico. La squadra di Giampaolo gestisce spesso il pallone, ma fatica a trovare trame interessanti e veloci, anche per l'ottimo atteggiamento dell'Hellas. A fine primo tempo si conta un'occasione da goal per parte: un tiro di Caprari dal limite mandato in angolo da Nicolas, ed una deviazione ravvicinata di Valoti respinta da Puggioni.

Non cambia la musica nella ripresa: la Sampdoria non esprime il solito gioco frizzante e piacevole, così il Verona sguazza con gli strappi dei suoi attaccanti. Entrambe le squadre ci provano ma il goal non arriva. Giampaolo prova anche a cambiare qualcosa in attacco, con l'ingresso di Zapata e Ramirez al posto di Quagliarella e Alvarez. Intanto dalla tribuna continua a farsi sentire a gran voce il malessere del pubblico per questo momento negativo. Nel mirino c'è sempre Pecchia, ricoperto di fischi al momento dell'uscita di Pazzini. Nel finale si assiste ad un palo interno clamoroso colpito da Duvan Zapata, di testa, con una deviazione di Caracciolo probabilmente salvifica.

I MIGLIORI

VERONA: BESSA

Come successo in tutte queste prime partite di campionato, Daniel Bessa è l'unico che sembra poter muovere qualcosa in questo Verona. Anche oggi però non trova il goal, ma tante belle giocate.

SAMPDORIA: TORREIRA

Il vero metronomo della Sampdoria. Un regista vecchio stampo come non ce ne sono quasi più. Torreira guida tutte le azioni della squadra di Giampaolo e conquista anche diversi palloni.

I PEGGIORI

VERONA: ROMULO

Schierato eccezionalmente come esterno sinistro difensivo, Romulo è palesemente non a suo agio. In difesa soffre qualcosa, mentre in proiezione offensiva è spesso poco preciso nel passaggio decisivo.

SAMPDORIA: ALVAREZ

L'argentino era chiamato ad una prova importante per non far rimpiangere Gaston Ramirez, ed invece Alvarez non riesce mai ad essere pungente e utile per i compagni.

Commenti ()