Atalanta-Roma 0-1: stoccata di Kolarov, Di Francesco sorride
La Roma di Di Francesco non incanta ma piega 1-0 l'Atalanta fuori casa: decide la chirurgica punizione di Kolarov. al 31'.

La Roma vince senza entusiasmare ma su un campo estremamente difficile come l'"Azzurri d'Italia" di Bergamo. E' stata una partita un po' contratta da entrambe le parti: da un lato, l'Atalanta ha cercato di riproporre il copione che tanto aveva entusiasmato lo scorso anno, scontrandosi con un pizzico di sfortuna (palo di Ilicic) e con la sterilità offensiva palesata dalle difficoltà di Petagna e Cornelius nel trovare la porta. Con il passare della stagione e il doppio impegno può diventare un problema.

La squadra di Di Francesco dal canto suo non ha incantato particolarmente, confermando come il cartello "lavori in corso" sia visibile più che mai. Il centrocampo, per quanto ben rodato, è parso faticare a entrare negli schemi del nuovo allenatore, con il risultato che i rifornimenti per Dzeko sono apparsi pressochè nulli e non casualmente, il goal-partita è arrivato su un calcio di punizione. Servirà ancora molta pazienza.

I GOAL

31' KOLAROV 0-1 -  Fallo di Masiello su Nainggolan ai 20 metri, calcio di punizioine centrale che Kolarov calcia in maniera beffarda. La barriera salta e il serbo la beffa con un morbido rasoterra. Non benissimo la reattività di Berisha.

I MIGLIORI

ATALANTA:  GOMEZ -  Rimane la Stella Polare della manovra nerazzurra: tutti i palloni passano da lui, la sensazione però è che spesso predichi nel deserto. Molto incoraggiante la sua intesa sulla sinistra con il neo arrivato Gosens.

ROMA:  KOLAROV - Dietro al goal partita c'è un mondo di sicurezza e maturità: dei nuovi arrivati, il serbo è quello più esperto e più pronto, e lo si è visto anche e soprattutto in fase difensiva. Il goal è un piacevole e non trascurabile bonus.

I PEGGIORI 

ATALANTA: PETAGNA -  Ragazzo simpatico per carità, ma se gioca in attacco deve perlomeno provare a tirare in porta. Gli va bene che Cornelius, il suo rivale, non sembra molto più mordace sottoporta.

ROMA: DEFREL -  L'intesa con i compagni è ancora di là da venire: prestazione assai poco palpabile, anche se una combinazione in velocità con Bruno Peres nei primi minuti di gioco aveva illuso tutti.

Commenti ()