Sorrentino lascia l'ospedale: ridotta la frattura al naso

Commenti
Svenuto in campo dopo uno scontro con Ronaldo, Sorrentino ha riportato una frattura al naso. E' stato dimesso oggi dopo una notte in ospedale.

Il Chievo ha perso contro la Juventus, iniziando senza punti il campionato nonostante una partita valorosa, ma la notizia più importante arriva da Stefano Sorrentino: il portiere gialloblù, svenuto in campo, sta bene ed ha lasciato l'ospedale.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'ex rosanero, trasportato in ospedale dopo Chievo-Juventus, ha rimediato una frattura nasale, un trauma contusivo alla spalla sinistra e un colpo di frusta cervicale nello scontro finale con Cristiano Ronaldo, in un'azione che ha poi portato alla rete annullata a Mandzukic sul 2-2: una prima tac, come spiegato dalla 'Gazzetta dello Sport', ha dato esito negativo.

Questo il report medico ufficiale del Chievo: "Stefano Sorrentino, in seguito a uno scontro di gioco avvenuto al 41’ del secondo tempo di ChievoVerona – Juventus, ha riportato una frattura alle ossa nasali, un trauma contusivo alla spalla sinistra e un colpo di frusta cervicale. La frattura alle ossa nasali è stata ridotta al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Borgo Trento, dove Sorrentino è stato trasportato al termine della partita per svolgere gli accertamenti. Il portiere gialloblù è stato dimesso dall’Ospedale di Borgo Trento dopo aver trascorso il necessario periodo di osservazione".

"Grazie per i vostri messaggi di vicinanza, affetto e stima - ha invece scritto Sorrentino su Twitter - Siamo un gruppo fantastico e ieri abbiamo sfiorato l’impresa: mentre CR7 mi ha preso in pieno!".

Ai microfoni di 'Sky Sport' Sorrentino svela di voler tentare il recupero-lampo: "Ho riportato la rottura del setto nasale, trauma cranico e colpo di frusta. Il rientro? A sentire i dottori ci vorrà qualche settimana, ma io voglio provare a tornare in campo già domenica. Il discorso del naso è risolto grazie alla mascherina, il problema semmai sarà il collo. Ma vedremo giorno dopo giorno, purtroppo non è così semplice".

Tutto è bene quel che finisce bene, dunque, anche se in campo non è andata come il Chievo e Sorrentino si sarebbero attesi: la Juventus ha infatti trovato la rete del definitivo 3-2 nel recupero, con Bernardeschi, quando i pali clivensi erano difesi dal dodicesimo Seculin.

Prossimo articolo:
Caos Serie B, la Lega conferma: "Il campionato va avanti"
Prossimo articolo:
DIRETTA: Barcellona-PSV Eindhoven
Prossimo articolo:
Juventus, Douglas Costa squalificato quattro turni per lo sputo a Di Francesco
Prossimo articolo:
Roma, calendario Champions League: date, partite e dove vederle in tv e streaming
Prossimo articolo:
Brescia, Suazo esonerato: il nuovo allenatore è Corini
Chiudi