Milan, pessime notizie dall'UEFA: bocciato il voluntary agreement

CondividiChiudi Commenti
In attesa dell'ufficialità, la UEFA sembra aver deciso: no al voluntary agreement proposto dal Milan, in arrivo multe e vincoli sul mercato.

Il goal di Brignoli a tempo scaduto in quel di Benevento rischia di non rimanere l'unica pessima notizia in casa Milan, chiamato parallelamente al campionato a giocare un'altra importante partita su un fronte molto importante, quello dell'UEFA.

Non c'è ancora l'annuncio ufficiale che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni ma, secondo quanto riportato da 'La Gazzetta dello Sport', il massimo organo calcistico europeo avrebbe bocciato il voluntary agreement' proposto dal club rossonero in tema di Financial Fair Play.

Troppo forti le perplessià mostrate dall'UEFA in merito al piano presentato lo scorso novembre, oltre che sulla concreta affidabilità della proprietà cinese che ha lasciato diversi dubbi, decisivi ai fini della scelta conclusiva.

Il Milan (reduce da un triennio con perdite da oltre 250 milioni di euro) chiedeva un'apertura di credito: a pesare è stato anche il rifinanziamento del debito con il fondo Elliott che ancora non è avvenuto (entro ottobre 2018 dovrà avvenire la restituzione di 303 milioni più interessi). A tal proposito è in corso la ricerca di una banca o un altro fondo più vantaggioso rispetto ad Elliott: in pole ci sarebbe la banca americana Highbridge Capital Management.

Evidentemente l'UEFA non si è convinta nemmeno dopo recente inchiesta del Ner York Times sulla figura di Yonghong Li che ha acuito i dubbi. Le varie sanzioni dovrebbero arrivare la prossima primavera: il Milan dovrà così ripiegare sul settlement agreement, il patteggiamento già utilizzato da Inter e Roma.

Inoltre, come riportato da 'Il Corriere della Sera', l'UEFA chiede grosse garanzie per le perdite che arriveranno fino al possibile futuro pareggio di bilancio: si parla di fidejussioni od anche dell'intero deposito della somma a garanzia, richiesta che il Milan non sembra essere in grado di sostenere.

Lo scenario più probabile dovrebbe portare ad una limitazione della rosa e a vincoli sulle spese di mercato a cui sono già stati sottoposti sia nerazzurri che giallorossi, oltre ovviamente ad una pesante sanzione economica. Una situazione che è destinata a diventare più cupa in caso di mancata qualificazione in Champions League: allora per rientrare nei parametri potrebbe essere possibile più di un grosso sacrificio.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Guai per Keita del Bologna: investe una ragazza e scappa
Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A
Prossimo articolo:
Sorteggio ottavi Europa League: data, orario e dove vederlo in tv
Chiudi