Mazzone fa 80 anni: gli auguri di Totti, Baggio e del mondo del calcio

CondividiChiudi Commenti
Da Francesco Totti a Roberto Baggio, passando per i club che ha allenato: il mondo del calcio fa gli auguri a Carlo Mazzone, che oggi compie 80 anni.

Carlo Mazzone, compie oggi 80 anni. 'Sor Carletto' ha attraversato quasi 50 anni di calcio italiano, da calciatore prima e allenatore poi, ruolo nel quale si è affermato per i suoi valori tecnici e umani.

Nel giorno del suo compleanno sono stati i grandi campioni che ha allenato, Francesco Totti ai tempi della Roma, e Roberto Baggio ai tempi del Brescia, i primi a fargli i propri speciali auguri.

Il campione vicentino gli ha dedicato una lettera, nella quale lo definisce "un autentico mito". "Hai raggiunto un traguardo importante - gli ha scritto Baggio - e volevo dirti quale enorme privilegio sia stato vivere insieme a te, a Brescia, tre anni della mia carriera. Ti sarò sempre grato e riconoscente, rimpiango solo di averti incontrato troppo tardi".

"Ho apprezzato il Mazzone professionista e ho amato l’uomo Carlo; - ha precisato ancora l'ex numero 10 - sei dotato di una sensibilità senza pari, da fuoriclasse. Vedo con piacere che l’Italia intera ti sta celebrando, ti meriti questo affetto perché sei un mito vero e autentico. Io ti lascio ai festeggiamenti in famiglia, so che stai bene e verrò presto a trovarti e abbracciarti".

Compleanno Mazzone PS ita

Non è stato da meno Francesco Totti: "Mister, ti sono riconoscente per quello che hai fatto per me. - ha scritto il capitano della Roma - Ero giovane e oltre alla famiglia avere vicino un allenatore che ti tratta con severità, passione, professionalità, uno che ti protegge e ti aiuta a non perderti è stato fondamentale. Ti sono grado e ti auguro tutto il meglio per i tuoi 80 anni. Ti voglio bene mister".

Auguri a Mazzone sono arrivati anche dai tanti club allenati, dall'Ascoli al Napoli

L'ultima esperienza in panchina di Mazzone risale al 2006 alla guida del Livorno, eppure per 'Sor Carletto' il tempo sembra essersi fermato: chi ha avuto la fortuna di conoscerlo lo immagina sempre lì, seduto in panchina a rivolgersi verso i suoi giocatori con il suo inconfondibile dialetto romano.

Prossimo articolo:
Calciomercato estivo in tv e streaming: dove seguirlo su Sky, Mediaset e Sportitalia
Prossimo articolo:
Conte si congeda dal Chelsea: "Grazie a tutti, ho imparato tante cose"
Prossimo articolo:
Champions League 2018/2019: risultati, sorteggi e calendario
Prossimo articolo:
Juventus, febbre Ronaldo al J Medical: bagno di folla in delirio
Prossimo articolo:
De Laurentiis su Ronaldo: "Non l'ho preso perché c'erano anche effetti collaterali"
Chiudi