Malaga-Real Madrid, Llorente non ci sarà: colpa di una clausola

CondividiChiudi Commenti
In prestito dal Real Madrid al Malaga, Diego Llorente non potrà sfidare gli ex compagni a causa di una clausola presente nel contratto.

Basta un punto al Real Madrid per laurearsi Campione di Spagna per la 33esima volta nella sua storia. Dopo il successo fondamentale contro il Celta Vigo, i Blancos di Zidane affronteranno il Malaga nell'ultimo turno di campionato, alla Rosaleda. Il club di Michel non potrà schierare Diego Llorente.

Llorente è di fatto in prestito dal Real Madrid, che l'ha ceduto al Malaga nel 2016: una clausola presente nel contratto di accordo temporaneo stipulato, infatti, prevede che il difensore classe 1993 non possa giocare contro la sua ex squadra, la quale detiene ancora il suo cartellino.

L'articolo prosegue qui sotto

Per Llorente si tratta del secondo anno in prestito, dopo l'annata al Rayo Vallecano: nel 2013 l'esordio con il Real Madrid dopo aver giocato con le squadre Blancos B e C. Nella prossima stagione potrebbe tornare alla casa base come alternativa ai titolari di difesa in virtù dell'esperienza maturata con due piccole della Liga.

La clausola nel contratto di Llorente non è comuque una novità assoluta: fece scalpore quella presente nell'accordo Courtois-Atletico Madrid, che permetteva ai Colchoneros di utilizzare il portiere contro il Chelsea solamente dietro pagamento di 6 milioni di euro.

Courtois era di fatto di proprietà del Chelsea, ma in prestito all'Atletico: la UEFA diede ragione alla squadra spagnola, decisa a non pagare alcuna cifra. Stavolta, anche considerando la salvezza del Malaga ottenuta da tempo, non ci dovrebbero essere scontri tra le due protagoniste dell'accordo.

Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine di Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Crisi Perugia, i tifosi accerchiano il pullman: lancio di sassi e fumogeni
Prossimo articolo:
#GoalItalians - Zappacosta protagonista, Zaza non si ferma, Gabbiadini a secco
Prossimo articolo:
Sarri risponde a Spalletti: "Lui sarebbe il Ministro della Difesa"
Chiudi