Lazio battuta, Allegri: "Vinto uno scontro diretto, bene Ronaldo"

Commenti
Massimiliano Allegri commenta la vittoria ottenuta dalla Juventus contro la Lazio: “Dobbiamo migliorare, ma abbiamo concesso poco e sono contento”.

La Juventus non si ferma e inanella la seconda vittoria in altrettante partite di campionato. La compagine bianconera, dopo il sofferto successo con il Chievo, esordisce tra le mura amiche dello Stadium rifilando un 2-0 alla Lazio.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Massimiliano Allegri, intervistato a fine gara ai microfoni di Sky, ha spiegato: “E’ stata una partita diversa rispetto a quella di Verona, c’è stato un impatto fisico diverso ma all’inizio del match abbiamo avuto un po’ di fretta. Il pericolo di oggi era quello di andare dietro all’entusiasmo che c’era allo stadio per la prima partita in casa di Cristiano ed è quello che abbiamo fatto. Magari dovevamo palleggiare di più, dovevamo avere un po’ più di pazienza. Potevamo fare meglio tra le linee, ma quando non c’è Dybala la cosa ci viene più difficile, però dopo abbiamo fatto bene, abbiamo concesso poco e creato situazioni buone. Ci siamo difesi bene e siamo ripartiti meglio. Sono contento, era una partita importante, uno scontro diretto, siamo in una buona condizione fisica”.

Nel corso del match Allegri ha chiesto più pazienza ai suoi giocatori: “Soprattutto alla fine, passiamo dalla frenesia a momenti in cui ci addormentiamo, mentre bisogna sempre essere veloci nella consegna della palla, soprattuto quando gli altri sono più stanchi. Alla fine ci sono stati gli spazi per andare ed è quindi su questo che dobbiamo migliorare. Abbiamo giocatori nuovi, anche Bonucci è tornato dopo un anno, quindi c’è bisogno di tempo. Bene hanno fatto quelli che sono entrati a gara in corso, dobbiamo migliorare in fase di palleggio, ma siamo partiti con il piede giusto e dobbiamo continuare così”.

Il tecnico bianconero può contare su una panchina ricchissima: “Giocando una sola partita a settimana è più dura, ma da settembre scenderemo in campo ogni tre giorni e ci sarà una rotazione maggiore. Abbiamo grandissimi calciatori che devono farsi trovare pronti. Oggi servivano giocatori con certe caratteristiche, sabato magari ne serviranno altri”.

La Juventus senza Dybala sembra avere meno qualità in fase di palleggio: “Con Dybala abbiamo maggiore raccordo tra le linee, è una cosa che fa in modo straordinario, è arrivato in ritardo come Mandzukic e Matuidi. Io più di undici non ne posso schierare e più di tre cambi non li posso fare”.

Anche contro la Lazio, Cristiano Ronaldo non è riuscito a segnare: “Ha dialogato più con Bernardeschi? Perchè gioca in verticale, come Dybala e Douglas Costa. Khedira e Matuidi fanno un gioco diverso. Cristiano è con noi da pochi giorni, è un ragazzo molto intelligente, cerca di capire quanto diverso sia il nostro calcio da quello spagnolo. Oggi ha lavorato bene anche in fase difensiva, poi tutti aspettano il goal. Sulla rete di Mandzukic il pallone gli è rimbalzato sul piede in modo strano, ma sono momenti. Sono molto contento di quello che ha fatto”.

Prossimo articolo:
Chievo-Udinese, le formazioni ufficiali: Teodorczyk dal 1', out Lasagna
Prossimo articolo:
Bologna-Roma, le formazioni ufficiali: Kluivert e Pellegrini dal 1'
Prossimo articolo:
Liga, risultati e classifica 5ª giornata - Vincono Atletico, Real Madrid e Siviglia
Prossimo articolo:
Lazio-Genoa, le formazioni ufficiali: c'è Caicedo con Immobile
Prossimo articolo:
Campionato Primavera 2018/2019: risultati e classifica
Chiudi