La Juventus presenta Perin: "Fantastico giocare con Ronaldo"

CondividiChiudi Commenti
Conferenza stampa di presentazione per Mattia Perin, ex portiere del Genoa: "Impossibile essere come Buffon, è il più grande portiere di sempre".

Non solo Cristiano Ronaldo. La Juventus ha attirato su di se l’attenzione del mondo annunciando nella giornata di martedì quello che è stato già da molti definito il ‘colpo del secolo’, ma già nelle scorse settimane ha chiuso operazioni estremamente importanti. Una di esse riguarda Mattia Perin che dal Genoa si è trasferito all’ombra della Mole per provare a contendere Szczesny il ruolo di primo portiere.

Un nuovo modo di vedere la Serie A e la Serie B: scopri l'offerta!

Perin, nella sua prima conferenza stampa da giocatore bianconero, ha spiegato: “Il percorso per arrivare fino a qui è stato tortuoso, adesso però sono nella più grande squadra italiana, una delle prime quattro o cinque in Europa. Non mi sento però arrivato, sono venuto qui in punta di piedi, voglio migliorare ancora”.

Quando Perin ha firmato per la Juventus non poteva ovviamente sapere che avrebbe avuto Cristiano Ronaldo come compagno di squadra: “Non mi aspettavo il suo acquisto, ma non mi sorprende il fatto che una società come questa sia riuscita a prenderlo. Potersi allenare con un grande professionista come lui rappresenta un plus per tutti noi. Non solo la Juve, ma tutto il calcio italiano trarrà vantaggio dal suo arrivo. Per noi giocatori bianconeri si tratta di un qualcosa di fantastico”.

Alla Juventus c’è da raccogliere l’eredità di Buffon: “E’ una cosa impossibile, parliamo del più grande portiere di sempre. E’ un punto di riferimento per tutti noi e potermi allenare con lui è stato un privilegio per me”.  

Perin è considerato uno dei migliori portieri in circolazione, ma ha scelto una squadra nella quale non avrà il posto da titolare garantito: “A me piacciono le sfide, la competizione è sempre una cosa che mi stimola. Non amo le cose facili, sono venuto qui per giocarmi il posto. So che non parto avvantaggiato, ma la rivalità con Szczesny farà bene a tutti e due. Lui l’anno scorso ha fatto benissimo e si è meritato la possibilità di essere il successore di Buffon. Io proverò a dare il massimo per farmi trovare pronto quando toccherà a me”.

Il nuovo portiere della Juventus ha commentato la decisione di Buffon di ripartire da un altro grande club come il PSG: “Posso capire la sua scelta, è una persona competitiva, gli piacciono le sfide. Solo un campione del suo calibro poteva iniziare un’avventura del genere a 40 anni”. 

Perin era finito nel mirino anche di altre squadre: “Sono stato contattato da quattro o cinque società, la Juventus è però un treno che passa una volta sola ed io ci sono salito sopra al volo. Non si può dire di no alla Juve”.

Il nuovo portiere bianconero ha svelato il suo numero di maglia: “Ho scelto il 19 perchè mia figlia è nata il 19 febbraio, ho deciso quindi con il cuore”.

L’argomento del giorno non può non essere l’arrivo di Cristiano Ronaldo: “Siamo tutti contenti che sia arrivato un campione così grande. Ho sempre visto il suo arrivo come possibile, perchè la Juve è alla pari di club come Real Madrid, Barcellona e Bayern. Pensavo che per lui la destinazione più probabile potesse essere la Juventus e così è stato”.

Uno dei grandi obiettivi della Juventus è tornare finalmente a vincere la Champions League: “Secondo me è molto importante confermarsi in Italia, poi non si può nascondere che la Champions è un obiettivo. Parliamo di una competizione difficile, piena di insidie, ma io è i miei compagni vogliamo farcela. La Juve non la vince dal 1996, è troppo tempo per una società come questa”.

L'articolo prosegue qui sotto

Perin è anche uno dei portieri della Nazionale: “Anche lì la concorrenza è tanta, potrebbe tornare anche Buffon che giocherà la Champions League. Siamo in tanti a puntare a quel ruolo”.

Infine un accenno agli infortuni patiti in passato: “Probabilmente senza di essi oggi non sarei qui, mi hanno reso una persona migliore. Soffrire mi ha aiutato ad avere un equilibrio che prima non c’era, mi ha fatto diventare uomo”. 

 

Prossimo articolo:
Inter, ufficiale l'arrivo di Chivu sulla panchina dell'Under 14
Prossimo articolo:
Diretta calciomercato: tutte le trattative di mercato del 16 luglio
Prossimo articolo:
Le squadre della Serie B 2018/19
Prossimo articolo:
Cesena verso il fallimento: il CDA aderirà all'istanza della Procura, addio Serie B
Prossimo articolo:
Inter-Zenit: data, orario, biglietti e dove vederla in tv e streaming
Chiudi