Juventus senza Bonucci? Buffon è tranquillo: "La difesa rimane un punto di forza"

CondividiChiudi Commenti
Il capitano della Juventus ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Supercoppa TIM contro la Lazio.

Alla vigilia del match che mette in palio la Supercoppa TIM, dove i bianconeri avranno di fronte la Lazio, la Juventus ha presentato il capitano Gianluigi Buffon ad affiancare il mister Massimiliano Allegri in conferenza stampa.

Fra i bianconeri sarà la prima volta di Paulo Dybala con indosso la maglia numero 10. Un numero pesante, che nella Juventus è stata sempre indossata da calciatore importanti... "Penso che in questa squadra nessuno più di lui potesse ricevere questa gratificazione da parte della società - ha spiegato Buffon - C'è da segnalare che il passo per questo tipo di proposta è partito dalla società nei suoi confronti".

"Credo sia un segnale molto bello - ha proseguito Buffon - Anche responsabilizzante per quanto riguarda Paulo. Ma penso anche che realmente un talento come lui possa rappresentare degnamente questo numero. E come ho detto all'inizio era l'unico che meritava e poteva prendere l'eredità di una maglia così pesante".

Coi suoi 39 anni, Buffon è ormai vicino al termine della sua carriera agonistica, ma lui ancora non ci pensa... "Sto pensando che domani ci sarà un'altra sfida e un'altra Supercoppa - ha detto il portiere bianconero - Per cui è motivo di grande soddisfazione. E devo dire che da quando è cominciata la stagione ho una strana euforia, una strana felicità che probabilmente è figlia anche di quel pizzico di follia che mi ha sempre contraddistinto e che probabilmente mi ha portato fino a qua. Domani sarà una partita importantissima per noi, per la Juventus, per il mondo Juve, e voglio disputarla nel miglior modo possibile".

Quella di domani sera sarà una Juventus che scenderà in campo per la prima volta, in una partita ufficiale, senza Bonucci. Buffon non è comunque preoccupato... "La difesa della Juve la vedo comunque sempre forte - ha detto il portiere bianconero - Sono convinto che sarà un punto di forza della squadra anche quest'anno, come lo è sempre stata. Avrà caratteristiche un po' diverse, però i giocatori che la compongono non hanno nulla da invidiare a nessuno. E questo basta e avanza per avere un certo tipo di ottimismo e di certezza".

Nelle partite di precampionato non tutto, però, è filato liscio in difesa... "E' chiaro che se uno analizza il precampionato - ha proseguito Buffon - dove giochi 20 minuti con una formazione e 25 con un'altra, dopo mezz'ora ne cambi undici... mi sembra siano critiche un po' strumentali. Anche perchè anche se amichevoli, quando incontri Barcellona, Paris Saint-Germain, Tottenham e Roma, qualche goal rischi comunque di prenderlo, anche se hai una difesa di livello mondiale. I primi verdetti penso potranno essere dati tra 15 partite, adesso non mi sembra abbia senso".

In questa stagione è l'ex romanista Szczesny il secondo di Buffon... "La Juve secondo me ha preso quello che è stato il miglior portiere dell'anno scorso - ha affermato il numero uno bianconero - E' un portiere che ha anche un'esperienza internazionale, di club e anche di nazionale, molto importante. Per cui credo che non abbia fatto nessun tipo di errore la società. Ora che ci siamo allenati insieme posso confermare il giudizio sul portire e in più posso anche dire che è un ragazzo che si inserirà benissimo".

La Juventus riparte da una finale: quella che mette in palio la Supercoppa, dopo quella di Champions League terminata con una sconfitta... "Credo ci siano tutti gli elementi e le condizioni per fare una grande gara domani - ha detto Buffon - Mi auguro che questa bacheca già ricca di trofei possa venire rimpinguata ancora da un'altra Supercoppa, che ci farebbe cominciare col piede giusto una stagione nella quale ci sono stati dei cambiamenti, per cui sarebbe di buon auspicio".

Dopo sei Scudetti di fila, questa stagione si preannuncia complicata perché la Juventus possa vincere il settimo titolo consecutivo... "Come non si può perdere, non si può neanche vincere in eterno - ha proseguito Buffon - Penso che averlo fatto per sei anni di fila sia stato un qualcosa di straordinario. Perchè se in 100 anni di campionati nessuno lo aveva mai fatto stiamo parlando di numeri giganteschi. Sappiamo che gli avversari si sono rinforzati, però abbiamo anche la certezza che noi siamo sempre noi e se lo dimostreremo in campo sono convinto che saremo sempre là".

Prossimo articolo:
Classifica pali e traverse Serie A 2017/2018
Prossimo articolo:
Classifica assist Serie A 2017/2018
Prossimo articolo:
Classifica rigori Serie A 2017/18
Prossimo articolo:
Polveriera Pescara, Sebastiani risponde a Zeman: "Una conferenza di m***a"
Prossimo articolo:
Atalanta-Lazio 3-3: Spettacolo a Bergamo, biancocelesti mai domi
Chiudi