Jovetic a Goal: "Felice al Monaco, possiamo competere con il PSG"

CondividiChiudi Commenti
Stevan Jovetic parla a Goal del suo approdo al Monaco: “Non sono qui per sostituire Mbappé, sono felice di poter giocare con Falcao”.

Stevan Jovetic è stato uno dei grandi protagonisti della sessione estiva di calciomercato che si è appena conclusa. Per settimane infatti, il nome dell’ex attaccante di Inter e Fiorentina, è stato accostato a quello di diversi club italiani ed europei e, alla fine, ad avere la meglio è stato il Monaco che, a pochi giorni dalla chiusura della finestra dedicata alle trattative, è riuscito a chiudere l’operazione. L’asso montenegrino ha affidato a Goal le sue sensazioni ed ha svelato quali sono le sue ambizioni.

Come sono avvenuti i primi contatti con il Monaco?

Ah, vi svelerò la storia. Ero all’Inter e pensavo a cosa sarebbe successo. Ho parlato con la mia ragazza e le ho detto: “Il Monaco è un grande club, perché non mi chiamano?”. Il giorno dopo ho ricevuto una chiamata da parte del mio agente che mi ha annunciato che il Monaco era interessato a me. Ho risposto “Ottimo, ne stavo parlando con la mia ragazza ieri”. Onestamente sono felice.

Cosa ti ha convinto in particolare a firmare?

Hanno parlato con il mio agente prima di chiamarmi. E’ durante questa telefonata che mi sono convinto. E’ un qualcosa che senti dentro. Non ci ho pensato molto ed ho deciso di venire.

Sembravi ad un passo dal Marsiglia e poi, in maniera sorprendente, sei approdato al Monaco…

Sapevo che il Marsiglia mi voleva, io però non ho mai detto di voler andare lì e loro questo lo sapevano. Sono grato all’OM perché è un buon club, io però ho scelto il Monaco.

Qual è la differenza tra i due club?

In realtà non conosco bene il progetto del Marsiglia, ma conosco quello del Monaco e l’ho scelto. Sono veramente felice qui, ci sono grandi giocatori ed un grande allenatore. Il Monaco ha vinto il campionato lo scorso anno e giocheremo la Champions League. C’erano molte ragioni che mi hanno spinto a venire qui.

Stevan Jovetic Monaco GFX

Arrivi al Monaco dopo un mercato molto agitato, quali sono le prime impressioni?

Ho fatto solo due sessioni di allenamento, quindi è un po’ presto per parlare, qui c’è però Subasic che mi aiuterà molto. Ho parlato anche con Raggi in italiano. Ci sono ottimi ragazzi, sono sicuro che avremo molto successo.

Sei arrivato quando Mbappé è andato via. La domanda può sembrare un po’ strana perché lui è molto giovane, ma senti pressione nel sapere che dovrai sostituirlo?

No, onestamente penso solo a godermi le partite e a divertirmi. Non sono venuto qui per sostituire nessuno. Voglio solo dare il meglio di me e aiutare la squadra.

Il Monaco punta molto sui giovani, pensi che questo club sia diventato un posto ideale per i ragazzi di talento?

Si, ne sono sicuro anche perché abbiamo giocatori molto esperti ed io credo che un giusto mix sia l’ideale per avere successo. Qui possono imparare molto, hanno qualità ed hanno bisogno di mettere il mostra.

Tu eri uno dei talenti più promettenti in Europa quando sei approdato alla Fiorentina. Come ti senti ad arrivare al Monaco a questo punto della tua carriera?

Mi sento bene. Ho giocato molto negli ultimi sei mesi con il Siviglia e con la mia Nazionale. Ho fatto un buon precampionato con l’Inter, quindi tutto va per il meglio e non vedo l’ora di giocare la mia prima partita qui.

Qual è il tuo stato d’animo, sei venuto al Monaco per rifarti dopo annate complicate?

No, non ho rivincite da prendermi con nessuno e non voglio essere paragonato ad altri giocatori. Voglio essere me stesso, voglio divertirmi, essere felice e segnare dei goal. Voglio solo questo.

Cosa ne pensi di Leonardo Jardim e del suo lavoro?

E’ un po’ presto per parlarne, il Monaco nella scorsa stagione è arrivato in semifinale di Champions League ed ha vinto il campionato… credo che questo dica molto di lui. Mi piace il suo calcio, il Monaco gioca bene e segna molti goal.

Hai giocato in diverse posizioni: punta, seconda punta o addirittura esterno. Quale preferisci?

Mi piace giocare da attaccante, ma non solo, preferisco il modulo a due punte. A volte posso giocare più indietro, alle sulla stessa linea, è questa la mia posizione preferita.

Jardim generalmente gioca con due attaccanti, con quale tipologia di giocatore preferisci agire?

Abbiamo grandi attaccanti, sono veramente forti, vedremo. L’allenatore deciderà, io credo di poter giocare con tutti.

Ti vedi in coppia con Radamel Falcao?

Si. Radamel è un giocatore importante, ha segnato molti goal ed è in grande forma. Sarò felice di giocare con lui.

Un attacco formato con Lemar, Jovetic, Falcao e Keita e sufficiente per affrontare il trio del PSG Neymar-Cavani-Mbappé?

Vedremo, penso che potremo competere con loro.

Prossimo articolo:
Mai più come a Genova, Montella: "La società mi ha chiesto di intervenire"
Prossimo articolo:
Lazio-Zulte: probabili formazioni, orario e dove vederla in Tv e streaming
Prossimo articolo:
Rigore fallito a Firenze, Papu Gomez si scusa con i fantallenatori
Prossimo articolo:
Il Napoli svetta sul Barcellona e sugli altri top club: ha la miglior media goal
Prossimo articolo:
Gaffe Sampdoria: scambia Silvestre per... Cristiano Ronaldo
Chiudi