Il Napoli saluta la Champions, Sarri: “Non giochiamo come sappiamo”

CondividiChiudi Commenti
Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, commenta la sconfitta contro il Feyenoord e l’eliminazione dalla Champions: "Condizionati dallo Shakhtar".

Serviva una vittoria al Napoli per continuare a sperare nell’approdo agli ottavi di finale di Champions League, sul campo del Feyenoord invece, nella notte nella quale lo Shakhtar si è imposto per 2-1 sul Manchester City mettendo in cascina tre punti decisivi, è arrivata una sconfitta, quella con la quale si chiude il cammino europeo nella massima competizione continentale per club.

Maurizio Sarri, intervistato ai microfoni di Mediaset Premium, ha spiegato: “Abbiamo sbagliato a livello mentale, ci siamo fatti condizionare dalla partita tra Shakhtar e Manchester City. Per noi è stata un’occasione di crescita mancata, da questo punto di vista dobbiamo crescere ancora”.

Per il Napoli, chiusa l’avventura in Champions League, si apre quella in Europa League: “Non penserei a questo adesso, l’Europa League la inizieremo tra un mese e mezzo. E’ una competizione che andrà onorata, non può non farlo una squadra che a livello europeo non ha una grandissima tradizione”.

SARRI PS

La compagine partenopea è parsa in calo negli ultimi tempi: “In questo momento abbiamo dei problemi offensivi, per la mole di gioco che sviluppiamo siamo molto poco pericolosi. Da due o tre partite non riusciamo a trasformare la nostra supremazia territoriale in pericolosità offensiva. Qualche problemino c’è ed è più offensivo che difensivo, non c’è da preoccuparsi, però non si vedono più certi movimenti. Se ci si muove meno senza palla si perde qualcosa in circolazione”.

Il Napoli era reduce dalla sconfitta con la Juventus: “E’ una cosa che non può toglierci delle certezze, semmai può farlo il fatto che sono due o tre partite che non giochiamo come sappiamo. Facevamo dei movimenti che ci rendevano pericolosissimi e che adesso non si vedono più. Attacchiamo poco gli esterni e la profondità, ma credo che sia solo un momento così”.

L'articolo prosegue qui sotto

Secondo Sarri il Napoli si è fatto condizionare troppo dal risultato di Shakhtar-Manchester City: “Nella prima mezz’ora potevamo fare tre goal, poi il risultato dell’altra partita ci ha tolto qualcosa a livello di motivazioni. La cattiveria è venuta meno e sono emersi ancora di più determinati problemi”.

Il Manchester City non è riuscito a fermare lo Shakhtar: “Loro tra tre giorni avranno il derby con lo United, erano già qualificati e poteva esserci il rischio che entrassero in campo con un po’ di leggerezza”.

 

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Insigne felice: “Ancelotti gran colpo per il Napoli”
Prossimo articolo:
West Ham, niente rinnovo per Collins: avvisato con una mail dal club
Prossimo articolo:
Zenga-Crotone, è addio: “Fa male, ma ci ritroveremo”
Prossimo articolo:
Playoff e playout Serie C: il tabellone completo
Chiudi