Il Chievo non ci sta: "Ci riserviamo di agire contro il Crotone"

Commenti
Dopo le affermazioni del club calabrese in merito all'inchiesta sulle plusvalenze fittizie, il Chievo replica: "Dichiarazioni inaccettabili e lesive".

Il Crotone, con un comunicato ufficiale, affidando il discorso a un legale di fiducia, aveva di fatto chiesto la retrocessione del Chievo in Serie B per l'inchiesta sulle plusvalenze fittizie che riguarda il club veneto. Ma i Mussi non ci stanno e con un comunicato di risposta hanno minacciato di adire le vie legali contro i pitagorici.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

"L’avv. Giancarlo Pittelli, che assieme al collega Elio Manica assiste il Football Club Crotone, - si legge nel comunicato dei calabresi - nell’imminenza della decisione degli organi della giustizia sportiva ed in relazione alle ulteriori notizie di stampa circa la vicende economiche del Chievo ha dichiarato:"

Non riesco proprio ad immaginare una sentenza di proscioglimento per il Chievo ed i suoi legali rappresentanti! La prova delle gravissime violazioni consistenti nella sistematica mistificazione dei bilanci societari è consacrata nei documenti contabili e verificata alla stregua di ineccepibili accertamenti tecnici disposti ed eseguiti dalla Procura Federale.

"Si tratta di pratica consueta per il Chievo - attacca il legale del Crotone - che solo ammettendo le proprie responsabilità è riuscito nel recente passato, a scongiurare una pena molto severa attraverso il patteggiamento. Allora c’è da dire che la falsificazione sistematica dei bilanci societari è la consuetudine amministrativa della società Chievo!".

"Questa volta, però, la dirigenza veneta si trova una controparte, il Football Club Crotone, che non è disposta ad acquietarsi davanti ad un’eventuale pronuncia assolutoria. A parte le conseguenze inevitabili sul piano penale: perchè davanti al giudice penale la società sarà chiamata a rispondere inevitabilmente del falso in bilancio attuato attraverso la ipervalutazione di ignari calciatori dal valore di mercato pressocchè nullo".

"... Prosciogliere il Chievo costituirebbe un messaggio straordinariamente negativo per il calcio italiano anche al cospetto di quello internazionale e renderebbe un’immagine inquietante di impunità per chi viola sistematicamente le norme in materia economica a dispetto di quelle società, come il Crotone, attente alla redazione di bilanci veritieri e trasparenti".

"Il mantenimento del Chievo nella massima serie - sottolinea ancora l'avvocato - costituirebbe un reale vulnus per la regolarità sostanziale del prossimo campionato di calcio: uno dei contendenti ha barato ripetutamente usurpando, nei fatti, una posizione che non gli spetterebbe".

"La sanzione, sono certo, sarà irrogata nella misura richiesta dalla Procura federale - conclude il testo della nota - e conterrà i crismi della effettività e della afflittività solo se sarà irrogata con riferimento alla stagione agonistica 2017/2018. Abbiamo fiducia nella Giustizia Sportiva che ha dato segni, anche nel recente passato, di grande equilibrio, di rigore e di assoluta imparzialità. Avv. Giancarlo Pittelli".

Secca la replica dei gialloblù: "​Il ChievoVerona si riserva di agire in tutte le sedi competenti contro l’FC Crotone per le affermazioni inaccettabili e profondamente lesive rese da quest’ultimo relativamente alla correttezza e alla veridicità dei bilanci di esercizio e di tutti i rendiconti contabili forniti alla Federazione ed esaminati dalla Procura Federale nel procedimento in corso".

Nel processo che vede il Chievo fra gli imputati, la Procura Federale, rappresentante l'accusa, ha chiesto 15 punti di penalizzazione complessivi per la società di Campedelli, che significherebbero la retrocessione in Serie B della squadra gialloblù, mentre il Crotone potrebbe essere ripescato nella massima serie.

Prossimo articolo:
Serie A, 6ª giornata - Calendario, risultati, classifica e marcatori
Prossimo articolo:
Classifica marcatori Serie A 2018/2019
Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine sportive
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Chiudi