Higuain non si risveglia: Juventus-Fiorentina è un nuovo flop

CondividiChiudi Commenti
Anche contro la Fiorentina, Higuain non è riuscito a lasciare il segno: mai pericoloso e decisamente in difficoltà in area avversaria.

Inutile negarlo. I tifosi della Juventus lo sanno, lo sa lo stesso Pipita Higuain, che nel quarto turno era uscito dal campo furioso probabilmente per la sua stessa prestazione negativa. Lo sa Allegri, ed è proprio il tecnico di Madama capolista a fotografare al meglio la situazione dell'attaccante argentino.

"Serve pazienza". Così, al termine dell'1-0 contro la Fiorentina in cui è stato decisivo Mandzukic, Allegri ha parlato di Higuain. Serve pazienza, perchè ora come ora l'argentino ex Napoli non c'è. Non segna, non è pericoloso, non sa mettere paura agli avversari: non sa essere il giocatore capace di essere pagato 90 milioni di euro.

Due goal in sette presenze ufficiali per Higuain, mentre lo scorso anno erano stati quattro. Il doppio sì, non il quadruplo. Insomma, il Pipita carbura più avanti, quando dimostra di essere realmente uno dei cannonieri più importanti al mondo. Contro la Fiorentina ha concluso appena una volta, ma ha portato via un uomo viola nel goal di Mandzukic.

"Prestazione buona, è entrato spesso in area, sa che capitano momenti in cui capitano momenti senza gol, deve migliorare come condizione, stasera ha fatto meglio" ha continuato Allegri a fine gara a proposito di Higuain. "E' stato bravo sul goal di Mandzukic".

L'articolo prosegue qui sotto

Allegri per ora si accontenta, ma è consapevole, alla pari di tutti i tifosi della Juventus, di avere estremo bisogno di un attaccante su cui la vecchia Madama, nel 2016, ha puntato tutte le fiches. Del resto il campionato è lungo, la stagione ancor di più se portata al suo limite anche in Europa.

Dybala è stato il trascinatore a inizio campionato, contro la Fiorentina è bastato il vecchio rapace Mandzukic: da questo punto di vista una notizia positiva per la Juventus, a punteggio pieno anche senza troppi goal da parte di Higuain, comunque a due reti. Per ora meglio di niente, anche se il piatto piange.

Lento nei movimenti, anticipato una volta sì e l'altra pure dagli avversari, ha anche subito per l'ennesima volta il no da parte del commissario tecnico argentino. Un momento no per Higuain, ma il popolo juventino non ha altre alternative: aspettare.

Prossimo articolo:
Lazio-Cagliari: probabili formazioni, orario e dove vederla in Tv e streaming
Prossimo articolo:
Udinese-Juventus: probabili formazioni, orario e dove vederla in Tv e streaming
Prossimo articolo:
Napoli-Inter, Spalletti recupera Joao Mario: allenamento in gruppo
Prossimo articolo:
Torino-Roma: probabili formazioni, orario e dove vederla in Tv e streaming
Prossimo articolo:
Kane fan di Cristiano Ronaldo: "Lo seguivo da ragazzino, gli ho chiesto la maglia"
Chiudi