Guida al Mondiale Under 20: Francia e Uruguay in pole, Italia da underdog

CondividiChiudi Commenti
Al via il Mondiale Under 20: in Corea del Sud anche l'Italia, ma le favorite sono Francia e Uruguay. Da Bentancur a Martinez, quanti talenti...

Al via domani la 21ª edizione del Mondiale Under 20, in programma in Corea del Sud, che per la prima volta nella sua storia ospita la manifestazione. Sei le sedi del torneo: Cheonan, Daejeon, Incheon, Seogwipo, Jeonju e Suwon (dove si giocherà anche la finale).


LA FORMULA


La fase a gironi vede 24 squadre divise in 6 gruppi da 4: si qualificano alla fase ad eliminazione diretta le due prime di ogni girone e le quattro migliori terze (stabilite in base, nell'ordine, al maggior numero di punti, alla miglior differenza reti o al maggior numero di goal realizzati). Il tabellone prevede ottavi di finale, quarti, semifinali, finale per il terzo/quarto posto e finalissima.


LE SQUADRE


GRUPPO A: COREA DEL SUD, ARGENTINA, GUINEA, INGHILTERRA

GRUPPO B: GERMANIA, MESSICO, VANUATU, VENEZUELA

GRUPPO C: COSTA RICA, IRAN, PORTOGALLO, ZAMBIA

GRUPPO D: GIAPPONE, ITALIA, SUDAFRICA, URUGUAY

GRUPPO E: FRANCIA, HONDURAS, NUOVA ZELANDA, VIETNAM

GRUPPO F: ARABIA SAUDITA, ECUADOR, SENEGAL, STATI UNITI

Issa Diop France U19

La griglia di partenza del Mondiale Under 20 è guidata da Francia e Uruguay, che hanno conquistato l'accesso al torneo iridato vincendo rispettivamente l'Europeo Under 19 2016 e il Sudamericano Under 20 2017. I transalpini confermano quasi in blocco la squadra che ha trionfato in Germania, ma con un'assenza a dir poco pesante: quella di Kylian Mbappé, consegnato ormai alla Nazionale maggiore. La spina dorsale però è di qualità assoluta: Diop in difesa, Tousart a centrocampo e Augustin in attacco formano l'asse portante della Nazionale di Batelli. L'Uruguay si presenta invece al completo, dopo il via libera del Boca Juniors alla convocazione di Rodrigo Bentancur, una delle grandi stelle della Celeste insieme ai vari Schiappacasse, Ardaiz, Amaral e De La Cruz.

Alle spalle delle due grandi favorite troviamo l'Argentina, che ha recuperato in extremis il bomber Lautaro Martinez, capocannoniere dell'ultimo Sudamericano Under 20; la Germania, che punta a riscattare un deludente Europeo; l'Inghilterra, che dovrà però fare a meno di Patrick Roberts (Celtic), Alex Tuanzebe (Manchester United) e Isaiah Brown (Huddersfield), impegnati con i rispettivi club, oltre che di Tammy Abraham, vicecapocannoniere della Championship con il Bristol (ma di proprietà del Chelsea), che giocherà l'Europeo Under 21 in programma a giugno in Polonia; infine il Portogallo, che si affida al blocco del Benfica (ben 8 giocatori delle Águias) e a un girone sulla carta agevole per giocarsi le proprie chances di vittoria.

Riccardo Orsolini Italy

E l'Italia? Gli azzurrini di Evani sono da considerarsi un po' l'underdog del torneo, la possibile mina vagante: vice-campioni d'Europa ma inseriti nel girone sulla carta più difficile, vista la presenza dell'Uruguay ma anche del Giappone, che ha vinto il Campionato Asiatico Under 19, e del Sudafrica, probabile cenerentola del Gruppo D, anche se la storia dei Mondiali Under 20 insegna di non sottovalutare le Nazionali africane.

Tra le possibili sorprese troviamo Messico, Venezuela (entrambe inserite nel Gruppo B con la favorita Germania e la debuttante Vanuatu), Ecuador e Senegal (candidate al passaggio del turno nel Gruppo F).


LE STELLE


JEAN-KEVIN AUGUSTIN (Francia) - 'Orfano' di Mbappé, suo compagno di reparto all'Europeo Under 19, avrà tutto il peso dell'attacco francese sulle spalle. Talento 'made in PSG', piace molto alla Fiorentina.

RODRIGO BENTANCUR (Uruguay) - E' l'uomo di qualità del centrocampo uruguayano, uno dei giocatori più attesi della manifestazione: Barros Schelotto, suo allenatore al Boca, lo ha paragonato a Pogba, da luglio proverà a seguire le orme di Paul con la maglia della Juventus.

ISSA DIOP (Francia) - Uomo-mercato di questo Mondiale: il Lipsia sta sfidando le big della Premier per il poderoso centrale del Tolosa, colonna della Francia di Batelli, che ricorda il napoletano Koulibaly.

DIOGO GONCALVES (Portogallo) - Ala del Benfica B, considerato uno dei migliori talenti prodotti dal florido vivaio delle Águias, il 7 portoghese (maglia che ha sempre un certo peso da quelle parti) punta a coronare una stagione che lo ha visto grande protagonista in Segunda Liga.

AMINE HARIT (Francia) - Nella ricchissima rosa francese spicca anche la mezzala del Nantes, tra le rivelazioni della Ligue 1: fisico e movenze 'alla Nasri', era stato seguito da Milan e Torino ma oggi sembra una corsa tra Bayern Monaco, Liverpool e Arsenal.

Lautaro Martinez Argentina U20

LAUTARO MARTINEZ (Argentina) - E' uno dei nomi più 'caldi' del calcio sudamericano: attaccante del Racing, tra i capocannonieri dell'ultimo Sub 20 in Ecuador, 'El Toro' potrebbe giocare con una maschera dopo il colpo al volto subito pochi giorni fa. E' tra i nomi nel mirino di Corvino per il dopo-Kalinic.

PHILIPP OCHS (Germania) - Gioiello dell'Hoffenheim, è il leader tecnico della Nazionale tedesca nonchè uno dei giocatori con più esperienza tra i professionisti (17 presenze in prima squadra nell'ultimo biennio): ala mancina, è il principale riferimento offensivo nel 3-4-3 del ct Streichsbier. 

JOSH ONOMAH (Inghilterra) - Trequartista che unisce al fisico un'ottima proprietà di palleggio, è uno dei talenti lanciati in prima squadra da Pochettino al Tottenham. Ricorda Pogba nelle movenze, può rubare l'occhio con le sue doti tecniche e atletiche.

RICCARDO ORSOLINI (Italia) - Se Mandragora è il nome più 'quotato' della Nazionale azzurra, il giocatore che può fare la differenza nella Nazionale di Evani è la talentuosa ala dell'Ascoli, che tra poche settimane cambierà bianconero passando alla Juventus.

NICOLAS SCHIAPPACASSE (Uruguay) - Baby-fenomeno che l'Atletico Madrid ha prelevato nell'estate scorsa dal River Plate di Montevideo, 'El Chapa' forma con Ardaiz una coppia d'attacco temibilissima: rapidissimo nel breve, letale sotto porta.


CURIOSITA'


Aguero 2007

  • La squadra campione in carica, la Serbia, non si è qualificata alla fase finale e non potrà dunque difendere il titolo, come era già accaduto alla Francia nel 2015, al Brasile nel 2013, al Ghana nel 2011 e all'Argentina nel 2009.
  • A difendere la porta degli Stati Uniti sarà Jonathan Klinsmann, primogenito di Jurgen, campione tedesco ed ex ct della Nazionale maggiore a stelle e strisce, mentre tra le soluzioni offensive della Francia troviamo anche Marcus Thuram, figlio del leggendario Lilian.
  • Il più giovane tra i 504 giocatori che parteciperanno al Mondiale è Ousseynou Niang, attaccante del Senegal nato il 12 Ottobre 2001. 
  • Prenderanno parte al torneo anche 6 giocatori inclusi nella Goal NxGn 2017: Conechny (Argentina), Lafont (Francia), Kubo (Giappone), José Gomes (Portogallo), Schiappacasse e Ardaiz (Uruguay).
  • L'Argentina è la Nazionale ad aver vinto per il maggior numero di volte il Mondiale Under 20: 6 successi per l'Albiceleste, uno in più del Brasile.
  • Maradona, Messi, Pogba, Aguero ma anche Adiyiah e Caio: sono solo alcuni dei giocatori ad aver vinto il Pallone d'Oro della manifestazione.
  • Il giocatore ad aver realizzato più goal in una singola edizione è l'argentino Javier Saviola, capocannoniere dell'edizione 2001 con 11 reti.
  • L'unico giocatore ad aver vinto due volte il Mondiale Under 20 è Sergio Aguero, campione con l'Argentina nel 2005 e nel 2007.

IL CALENDARIO


Calendario Mondiale U20

 @SimoneGambino

Prossimo articolo:
Scommesse Serie A: quote e pronostico di Lazio-Napoli
Prossimo articolo:
Barcellona, Dembélé operato in Finlandia: "Rientro a gennaio"
Prossimo articolo:
Olivera riparte dalla Serie D: ufficiale il suo ritorno al Latina
Prossimo articolo:
Scommesse Serie A: quote e pronostico di Juventus-Fiorentina
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Chiudi